Tiger, Ferrante: “Con il Noto tre punti giocando un buon calcio”

Fabrizio Ferrante

Tra i volti nuovi in casa Tiger Brolo c’è quello del difensore Fabrizio Ferrante. Classe 1995, ha mosso i primi passi nel settore giovanile del Palermo, svolgendo tutta la trafila sino alla Primavera. Nella scorsa stagione la prima esperienza in Serie D con l’Akragas, raggiungendo la finale nazionale dei play-off di categoria, poi persa ai calci di rigore contro la Correggese. “A Brolo mi trovo molto bene perché è una cittadina tranquilla – spiega il giocatore in un’intervista rilasciata al sito ufficiale del club – ideale per la crescita di un giovane come me. In questi primi mesi le impressioni non possono che essere positive in quanto la Tiger è supportata da una buona società e da uno staff altrettanto eccellente. Questa squadra ha delle buone potenzialità, un gruppo forte e unito allo stesso tempo, che può aspirare ad arrivare in alto, insomma molto più che alla salvezza. Dato il mio ruolo di terzino destro ho a che fare sempre con attaccanti molto bravi sugli esterni, ma quello che mi ha impressionato di più in questo inizio di campionato è Celiento”.

Fabrizio Ferrante con la maglia del Palermo

Fabrizio Ferrante con la maglia del Palermo

La Tiger proviene dal successo di misura contro il Noto. Match che evidenziato importanti segnali di ripresa da parte della squadra sia nel gioco che sotto il profilo della mentalità. Domenica il derby con l’Orlandina per dare continuità all’ultima vittoria. “Con il Noto abbiamo avuto sin dall’inizio un grande approccio alla partita – prosegue Ferrante – non solo perché si disputava un derby, ma perché dovevamo zittire tante critiche nei nostri confronti. Abbiamo trovato i tre punti, giocando un bel calcio. Le avversarie ? Sicuramente le grandi di questo campionato sono l’Akragas e l’Agropoli, ma devono stare attente, perchè si troveranno sempre davanti squadre che daranno loro filo da torcere, Tiger compresa”.

0
0

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti