Tanti piloti messinesi in cerca di gloria sulle strade dello Slalom di San Piero Patti

La Peugeot dell'apripista Marco PollaraLa Peugeot dell'apripista Marco Pollara

Con le operazioni di verifica tecniche e sportive che si sono tenute nel centro storico è entrato nel vivo lo Slalom San Piero Patti, competizione automobilistica dedicata agli specialisti tra i birilli organizzata dalla CST Sport in collaborazione con la New Sicilia Promotion ed il contributo della locale amministrazione comunale. La gara, scatterà domenica mattina alle ore 9.00 e si correrà lungo la Strada Provinciale 122 da Patti a Polverello, su un percorso di 4 chilometri, lungo i quali sono dislocate 14 barriere di rallentamento. Tre manche di gara al meglio delle quali sarà redatta la classifica assoluta e di classe. Al termine della giornata agonistica, diretta da Marco Cascino si terrà la cerimonia di premiazione nella centrale Piazza Duomo del comune messinese. Tutti presenti i big della vigilia, tra i sicuri protagonisti il portacolori della scuderia messinese T.M. Racing, Giovanni Greco che si è presentato con la Radical SR4 motorizzata Suzuki. “Abbiamo risolto i problemi dello scorso fine settimana – ha detto Greco -, siamo convinti di poter fare bene su questo percorso che riteniamo molto tecnico e selettivo”.

La scuderia T.M. Racing del presidente Giovanni Vinci è il sodalizio sportivo che schiera più concorrenti in gara, con ben 16 macchine, seguita dalla Nebrosport con 11 vetture iscritte e la CST Sport con 9. Tornando ai piloti, ha ambizioni di vertice, il messinese Salvatore Bellini anche lui su Radical ma di classe 1400, mentre l’altro Bellini, Giuseppe, sarà ancora al volante della redditizia monoposto Ghipard Joby di Gruppo E2SS 1150. Vorrà ben figurare davanti al pubblico di casa, Tullio Danzì su Golf GTI di Gruppo E1 Italia, classe oltre 2000. Sarà confermato il consueto agonismo in gruppo Speciale, da cui arriveranno anche gli assalti ai vertici della classifica. Occhi puntati su Alfredo Giamboi al volante della Fiat X1/9 della figlia Angelica. Una scelta obbligata dato il consistente problema tecnico che a Modica ha danneggiato irreparabilmente il propulsore della X19 di Alfredo. “La mia macchina però è quasi pronta, il motore sarà nuovo di zecca – ha detto Giamboi – ma per non mancare a questo appuntamento, ho preso quella di mia figlia”.

Tra le Renault 5 GT dai Nebrodi arrivano Andrea e Francesco Adamo, ma anche Enrico Falsetti; ancora nella classe S3 spiccano i nomi del catanese Alfio Laudani su Fiat Panda, come quello del calabrese della Piloti per Passione Bruno Fallara su Fiat 127 ed in classe S1, il brolese Francesco Lombardo portacolori CST Sport su Fiat 126. Nel gruppo A spicca il rallista Giuseppe Schepisi  su Renault Clio Williams, mentre il torrese protagonista delle scene tricolori Domenico Gangemi, sarà in estemporanea sulla Peugeot 106 ed il giovane Alessandro Casella su Peugeot 208 e l’esperto rallista santangiolese Antonino Piccione su Citroen Saxo. Apripista d’eccezione sarà il due volte Campione Italiano Rally, Junior e 2 Ruote Motrici 2017, Marco Pollara al volante di una Peugeot 207 Super 2000.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com