Taekwondo: cinquina di medaglie per la Tiger’s Den alla Insubria Cup

Gli atleti della Tiger's Den che hanno gareggiato alla Insubria CupGli atleti della Tiger's Den che hanno gareggiato alla Insubria Cup

La Tiger’s Den Barcellona si conferma con i propri atleti tra le società protagoniste del taekwondo nazionale anche a Busto Arsizio, dove ha partecipato alla Insubria Cup. Sono cinque, di cui quattro d’oro e una di bronzo, le medaglie vinte dai portacolori del sodalizio presieduto da Melo Monforte nella prestigiosa competizione internazionale che ogni anno fa registrare numeri di presenze sempre più consistenti: 1700 atleti partecipanti, con oltre 150 società provenienti da tutta Italia ed Europa si sono affrontati sui 13 quadrati di gara allestiti dal Comitato Regionale Lombardia del presidente Stefano Ferrario che ne ha curato logistica e organizzazione.

Simone Caliri, il maestro Sottile e Mario Bucolo

Simone Caliri, il maestro Sottile e Mario Bucolo

Due ori per gli atleti del maestro Giuseppe Sottile sono arrivati dalla classe senior cinture nere: Michele Fugazzotto si è imposto nella 68 kg dopo avere superato ben quattro avversari. Tre incontri condotti con autorità e con margini consistenti sono stati sufficienti a Simone Caliri per mettersi al collo la medaglia del metallo più pregiato nella propria categoria di peso. Sempre tra i senior Giovanni Arlotta ed Antonio De Gaetano, entrambi nella 58 kg, e Marco Monforte (74) si sono resi autori di un cammino identico, vincendo il primo incontro per poi fermarsi nel turno successivo. Nei 53 chilogrammi sconfitta per Caterina Sottile, mentre Alberto Crisafulli paga una forma ancora lontana dai suoi standard abituali, che non gli permette di esprimersi sul quadrato al massimo delle proprie capacità.

Passando alla classe juniores, esordio dorato di Giuseppe Foti che si aggiudica quattro incontri, inclusa la finale per il titolo con l’atleta greco. Nei 63 kg Antonino Maggio vince il primo incontro ma si ferma nel turno successivo, mentre Tindara Puliafito perde contro la quotata Sofia Zampetti nella categoria 44 kg.

Nei Cadetti, straordinaria la prestazione di Giuseppe Arlotta (45 kg) che si impone con quattro vittorie, dimostrando di possedere straordinarie doti tecniche. Non raggiungono il podio invece Simone Calabrese, Alex Cassata, Emanuele Rapisarda e Simone Chiofalo. Le medaglie conseguite fanno salire la pluridecorata società del Longano all’8° posto nella classifica generale della competizione. Pesa comunque l’assenza dell’atleta Mario Bucolo, impossibilitato a partecipare poiché in questi giorni si trova in raduno con la nazionale italiana.

Commenta su Facebook

commenti