Il Tabaluce in serie C lotta ma cede allo Sciacca, disco rosso per le ragazze della serie D

pallavolo maschileAttacco del centrale Andrea Moravio Mancuso in azione con la maglia del Tabaluce (foto V.Nicita Mauro)

La Pgs Luce archivia un weekend amaro per le due formazioni di punta del settore pallavolistico. In serie C i ragazzi del Tabaluce escono battuti da Sciacca e tornano a casa senza punti. Costretta a fare a meno dei due opposti Randazzo e Tranchida, di Marco Lo Giudice e Di Blasi, la formazione guidata dal tecnico Caravello disputa una gara combattiva, dando vita a una partita tirata in ogni parziale e decisa dalla maggiore esperienza dei padroni di casa nella gestione delle fasi cruciali dei set.

Il copione dell’intero match è sostanzialmente uno e si ripete durante ogni frazione: padroni di casa avanti e compagine guidata da coach Caravello costretta ad inseguire. Sebbene due tempi necessitino dei vantaggi per decretare la formazione vincitrice, la compagine messinese non riesce ad assestare un cambio di marcia nel finale per invertire il trend del confronto.

Volley Club Sciacca – Pgs Tabaluce Messina 3-0
Set: 26-24, 32-30, 25-21

Volley Club Sciacca: Ribecca, Guccione, Ministeri, Pumilia, Ciaccio, Sabella (k), Galluzzo, Bazan, Bono (l2), Cassaro, Lombardo, Morsello, Cannella (l1). All. Graffeo.
Tabaluce Messina: Gugliandolo, Bruno, Giliberto (k), Bonasera, Zappalà (l). Moravio Mancuso, Marino, Giuffrida, Lo Giudice. All. Giuseppe Caravello. Assistente: Giuseppe Di Mario
Arbitri: Mantegna e Caronna

Le ragazze della Pgs Luce durante una partita in casa

In serie D femminile disco rosso per la formazione femminile della Pgs Luce che cede sul campo del Volley Nizza per 3 a 0. Le padrone di casa hanno un approccio migliore al confronto, trovando in avvio lo strappo destinato ad allargarsi sino al definitivo 25 a 8. Al termine della prima ripresa, qualche modifica e un diverso atteggiamento tattico sono le ricette su cui l’allenatore Pippo Donato fa leva per provare a raddrizzare il match. A sorridere saranno sempre le locali ma è evidente il maggiore equilibrio che si protrae anche nell’ultimo parziale quando, per chiudere la partita, le joniche dovranno ricorrere ai vantaggi. Una battuta d’arresto che non scoraggia un gruppo pronto a cercare l’immediato riscatto alla prossima occasione utile.

 

Commenta su Facebook

commenti