Stracuzzi: “Il Messina punterà ai play-off. Argurio resta il ds, rinunceremo a Gustavo”

Natale StracuzziIl presidente dell'ACR Messina Natale Stracuzzi

Il campionato di Lega Pro è ormai in archivio e il Messina può guardare con grande soddisfazione all’ottava posizione valsa anche la qualificazione al tabellone principale della prossima Tim Cup. I peloritani hanno concluso il torneo a pari punti con la Fidelis Andria, premiata dalla migliore differenza reti, con sei punti di margine sulla zona play-out che un anno prima si rivelò fatale per il club allora presieduto da Pietro Lo Monaco. Un anno dopo quel maggio di sofferenza è un lontano ricordo e la società presieduta da Natale Stracuzzi sembra avere posto le basi per un futuro migliore, anche se riconfermarsi è sempre complicato.

Natale Stracuzzi

Il presidente Natale Stracuzzi a bordo campo, sullo sfondo la Curva Sud

Il massimo dirigente, ospite negli studi di Rtp, ha illustrato gli obiettivi in vista della prossima stagione: “Vogliamo allestire una formazione competitiva, che punti comunque alla valorizzazione dei giovani, che garantiscono introiti da parte della Lega. Un progetto vincente non deve per forza passare dai grandi nomi della categoria. Punteremo apertamente ai play-off, che dalla prossima stagione saranno estesi fino alla decima classificata, con un occhio rivolto al primato”.

Il presidente ha ribadito che, al di là del fallimento della trattativa con la cordata messa in piedi dall’imprenditore del caffè Francesco Barbera, il club resta appetibile e aperto ad altri scenari: “Abbiamo aumentato il valore della società, a livello di appeal. C’è grande interesse da parte di alcuni imprenditori sui quali non posso comunque fornire ulteriori dettagli. Si tratta di soggetti che puntano ad una quota di minoranza della società, dal momento che non siamo interessati a cedere più del 49% del pacchetto azionario. Tra i potenziali sponsor c’è il “Caffè Moak”, un marchio di Modica. Con l’ingresso di nuovi soci, che speriamo di concretizzare presto, puntiamo ad innalzare il budget relativo alla prossima stagione. Sul fronte entrate confidiamo anche in un cospicuo aumento degli abbonamenti. Tra gli introiti vi saranno anche le cifre garantite da Sportube, che continuerà a trasmettere le partite ma non più gratuitamente”.

Oliveri, Argurio, Gugliotta e Stracuzzi sugli spalti

Oliveri, il ds Argurio, Gugliotta e Stracuzzi sugli spalti

Sul fronte delle riconferme, sembra già delineato il futuro del direttore sportivo, mentre con le altre figure cardine sono previsti dei colloqui: Argurio ha già un contratto valido per altri due anni. Esprimersi sulla posizione del tecnico Lello Di Napoli sarebbe prematuro anche se noi abbiamo una preferenza per lui. Devo incontrare il direttore generale Lello Manfredi per chiarire la sua posizione. Per Tavares la situazione è nelle mani di Christian, sarà sufficiente un ritocco dell’ingaggio. Gustavo invece quasi sicuramente si accaserà altrove, perché non siamo in grado di soddisfare le sue richieste economiche”.

Ultimo capitolo quello legato all’impiantistica: “Per potere utilizzare il XXIV^ Artiglieria è prima necessario il rifacimento del manto erboso. Il “Celeste” dall’anno prossimo verrà utilizzato soltanto per gli allenamenti della prima squadra, mentre le giovanili speriamo di dirottarle altrove, magari in provincia, anche per non pregiudicarne la tenuta, come è avvenuto quest’anno”.

Commenta su Facebook

commenti