Ssd Unime fuori dalla Coppa Italia a testa alta. Passa la Polisportiva Galatea

Ssd Unime HockeyLa Ssd Unime al Dusmet di Catania

La Ssd Unime è una formazione in salute che Ragonese sta sempre più forgiando secondo le proprie idee di gioco. A livello di atteggiamento, fame e cattiveria agonistica l’ennesima conferma si è avuta nella finale regionale di Coppa Italia con la prestazione positiva del Dusmet. I grigioazzurri, ancora con tanti giovani nell’undici titolare, hanno tenuto testa alla più quotata e attrezzata formazione della Polisportiva Galatea fino allo scadere del terzo quarto, prima di essere beffati sul punteggio di 2-2. A pesare anche i tanti cartellini inflitti agli atleti messinesi dalla coppia arbitrale, che hanno fatto sì che la squadra peloritana giocasse con uno o due uomini in meno nella fase decisiva del match. I peloritani dovranno riflettere per avere agevolato gli etnei, che certamente non ne avevano bisogno, considerato il roster messo in campo dal tecnico Richichi. Blandini e Raciti hanno chiuso sul 4 a 2 conclusivo un match combattuto ma corretto.

Ssd Unime Hockey

Cristian Visalli dell’Ssd Unime

Sarebbe difficile chiedere di più a una formazione ancora in fase sperimentale, che ha tenuto benissimo il campo senza mai rinunciare a ripartire. Una squadra organizzata e compatta quella messinese, che per tre quarti di gara ha saputo tenere testa, ribattendo colpo su colpo. Brava a passare in vantaggio con Andrea Siracusa ma ancora più brava nell’aver saputo reagire dopo il pareggio di Bandieramonte e il vantaggio di Maugeri con una perla del giovanissimo Cristian Visalli, protagonista di una magnifica prestazione.

Positiva l’analisi del tecnico Jerry Ragonese a fine gara: “Sono assolutamente soddisfatto di quanto i ragazzi hanno mostrato sul campo. Sapevamo della forza del Galatea, in particolare in mezzo al campo, dove la coppia ugandese Ntumba e Tumwesigye è il motore pulsante. Resta solo il dispiacere di non essere stati lucidi mentalmente nella fase calda del match, quando eravamo stati bravi a riacciuffare gli etnei sul 2 a 2. Peccato ma ne facciamo tesoro per il proseguo della stagione. Non è mia abitudine criticare l’operato degli arbitri perché non mi piace trovare alibi: ha vinto il Galatea perché più di noi ha saputo gestire la gara ed è stata brava ad approfittare della nostra ingenuità ed inferiorità numerica in campo. Non sono avversari questi a cui puoi regalare simili situazioni”.

Ssd Unime

La Ssd Unime di hockey ha esordito contro Giardini

Contento per il bellissimo gol il 16enne Cristian Visalli: “Ho ricevuto la palla alla tre quarti da Federico Ficarra e mi sono involato verso l’area etnea, ho superato il centrale difensivo e sull’uscita di Anselmi non ci ho pensato e con un tiro a pallonetto l’ho superato. Un’emozione indescrivibile, spero di aver ripagato chi mi ha dato fiducia”. La Ssd esce dalla Coppa Italia ma dopo quanto visto al Dusmet con qualche certezza in più per l’inizio del campionato di serie B.

Pol. Galatea: Anselmi, Alecci, Guerrera, Bandieramonte, Blandini, Giuffrida, Maugeri, Graziano, Tumwesigye, Ntumba, Raciti, A disposizione: Avollo, Cimino, Faro, Giammarco, Mignemi, Parisi, Sorbello. All. F. Richichi.
Ssd Unime: Raffa, Spignolo, Esposito, Cardella, Suresh Yadev, Siracusa, Ficarra, Rinaldi, Malluzzo, Visalli, Arena. A disposizione: Provenzale, Auditore, De Gregorio, Pinizzotto, La Maestra, Puleo. All. J. Ragonese.
Marcatori: Siracusa al 19′, Bandieramonte al 22′, Maugeri al 30′, Visalli al 42′, Blandini al 49′, Raciti al 57′.
Arbitri: Guadagnino di Catania e Coletta di Palermo.
Note: angoli corti 6 a 2 Galatea – Cartellino rosso: Esposito (Unime) – Cartellini gialli: Ficarra, Cardella, Rinaldi (Unime), Graziano e Maugeri (Galatea).

The following two tabs change content below.