Splendida Barcellona. Vola nella ripresa e conquista la semifinale playoff con Valmontone

BarcellonaBarcellona-Civitanova, foto Caracciolo

Grandi emozioni al PalAlberti. Vince il Basket Barcellona, diciassettesimo successo interno consecutivo, per 86-70 su un’indomabile Civitanova Marche. Primo tempo combattutissimo, nel secongo la squadra di Friso scappa via con un break di 41-26. Bissato il traguardo dello scorso anno. Adesso la serie di semifinale al meglio delle cinque gare col vantaggio del fattore campo contro il team laziale.

Gara combattutissima tra Basket Barcellona e Virtus Rossella Civitanova Marche. Soltanto a cavallo tra il terzo e l’ultimo quarto, i giallorossi ingranano le marce alte (poderoso break per i ragazzi di coach Friso per 41-26 e titoli di coda sulla qualificazione) e gli ospiti alzano bandiera bianca dopo aver venduto carissima la pelle, giocando a viso aperto e onorando lo sport. Da rilevare in apertura, in apertura, lo splendido gesto di fair play compiuto da Andreani, il migliore dei suoi, che aiuta gli arbitri nel terzo quarto su una dubbia decisione per una rimessa inizialmente assegnata ai suoi.

Barcellona

Micheal Teghini, foto Caracciolo

Brunetti dopo una gara 2 difficile infiamma subito il popolo giallorosso con una schiacciata a due mani. Amoroso suona la carica per i suoi realizzando una tripla. Sin dal primo possesso, le due compagini lottano con le unghie e con i denti. Barcellona tenta la fuga, ma gli ospiti non cedono mai e restano a due possessi di distanza. Il primo periodo termina 23-17.

Nel secondo periodo, Cassese e compagni trovano con maggior facilità la via del canestro, azzerano le distanze e siglano il primo vantaggio esterno. E’ il capitano Sereni, come suo solito,  a caricarsi il PalAlberti sulle spalle e inchiodare di prepotenza: 25-24. Poi sprona ulteriormente i compagni, punta l’avversario e segna dalla media. Ne realizza sei consecutivi e, con la tripla di Teghini, i giallorossi si portano sul +8, vantaggio importante in una gara così tirata. Amoroso e Andreani però non lasciano mai nulla al caso e riescono ad accorciare le distanze. Si va negli spogliatoi sul punteggio di 45–44 e Civitanova fa capire di non essere per caso arrivata ai playoff.

Al rientro dagli spogliatoi, i canestri di Teghini (ventello per l’esterno di Barcellona) e la buona difesa giallorossa consentono a Barcellona di allungare ulteriormente, anche se di poco. Allo scadere è lo stesso Teghini a mettere il punto esclamativo, realizzando una delle sue tre triple di serata ce vale il +7: 65–58. Determinante il dominio a rimbalzo di Barcellona che vincerà la sfida nel fondamentale con 49 carambole a 27.

Barcellona

Gioia Barcellona, è semifinale

Nel quarto periodo, Barcellona fa valere il fattore campo. La squadra di coach Friso con otto uomini a segno ed il recuperato De Angelis riesce ad allungare sino al massimo vantaggio di diciassette punti. Civitanova prova ad accorciare le distanze per riaprire il match, ma i giallorossi riescono a gestire il vantaggio. “L’Uva è quella buona”, tanto per citare uno striscione presente sugli spalti nella gardinata tifo. Il match termina 86–70, Barcellona come lo scorso anno è in semifinale e sfiderà Valmontone nella serie al meglio delle cinque partite col vantaggio del fattore campo. Nell’altra semifinale la sorprendente Luiss Roma ha eliminato Recanati e giocherà contro Cassino.

Basket Barcellona – Rossella Virtus Civitanova Marche 86-70
Parziali: 23-17, 22-27, 20-14, 21-12
Basket Barcellona: Teghini 20 (5/6, 3/6), Sereni 18 (7/11, 1/2), Grilli 16 (5/13, 0/3), Brunetti 11 (2/7, 1/1), Stefanini 6 (2/5, 0/2), Pedrazzani 6 (3/5, 0/0), Caroldi 5 (1/4, 1/1), Idiaru 4 (2/2, 0/2), Gay 0 (0/2, 0/5), De Angelis 0 (0/1, 0/0), Mustacchio. All: Friso
Tiri liberi: 14 / 20 – Rimbalzi: 49 19 + 30 (Stefanini 14) – Assist: 18 (Gay 4)
Rossella Virtus Civitanova Marche: Amoroso 20 (3/10, 4/7), Cassese 17 (4/5, 1/5), Felicioni 11 (1/2, 2/5), Jovancic 8 (0/3, 2/5), Vallasciani 7 (3/3, 0/1), Andreani 7 (1/1, 1/4), Coviello 0 (0/3, 0/2), Marinelli 0 (0/1, 0/0), Cognigni, Milisavljevic, Luigi Dania. All: Rossi
Tiri liberi: 16 / 19 – Rimbalzi: 27 6 + 21 (Amoroso 8) – Assist: 6 (Cassese, Andreani 2)

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com