Spettacolo Quintana: in cima al Blockhaus si riveste di rosa. Nibali si stacca ma non naufraga

QuintanaQuintana torna in rosa dopo tre anni, grazie a una strepitosa azione in salita

Il Blockhaus doveva dare delle risposte e così è stato. L’ascesa abruzzese ha fatto salire in cattedra i grandi protagonisti della centesima edizione del Giro d’Italia. Il colombiano Nairo Quintana ha vinto per distacco la nona tappa, la Montenero di Bisaccia-Blockhaus di 149 chilometri, con arrivo in salita. Lo scalatore sudamericano indossa anche la maglia rosa di leader della classifica generale, mentre il messinese Nibali – detentore dello scettro – è arrivato quinto a 59 secondi di distacco.

Vincenzo Nibali

Vincenzo Nibali è riuscito a replicare solo alle prime azioni di Quintana (foto Ansa)

Il capitano della Movistar ha portato il primo vero attacco – dopo aver fatto lavorare a fondo i propri uomini – già a 7 km dal traguardo, ma hanno risposto prontamente Thibaut Pinot e Vincenzo Nibali. Il terzetto al comando si è staccato dagli avversari, con Quintana attivo nel riproporre in continuazione azioni di rilancio. Il vincitore del Giro d’Italia 2014 ha fatto la differenza nel tratto più impegnativo della scalata, lasciando la compagnia. Pinot e Nibali hanno guardato il dorsale 111 allontanarsi tornante dopo tornante. Davvero spettacolare l’azione del colombiano ma dopo un po’ anche il francese ha staccato Nibali, abile e saggio comunque nel salire con il proprio passo.

Lo “Squalo dello Stretto” ha accusato la fatica ed è stato poi ripreso e superato anche dalla coppia olandese formata da Tom Doumolin e Baume Mollema. Ha comunque limitato i danni, senza mai andare alla deriva. L’impassibile Quintana invece ha proseguito la sua inesorabile azione, conclusa in solitaria sulla cima del Blockhaus, dove si riveste di rosa a tre anni di distanza dal 2014. Peccato che le scintille tra i big siano state precedute dalla caduta originata da un contatto con una moto a bordo pista. A farne gravemente le spese alcuni dei protagonisti più attesi: Yates, Thomas e Landa, con il Team Sky che in pochi secondi ha visto vanificati i propri obiettivi di classifica. Lunedì la seconda giornata di riposo, martedì la decima frazione: una cronometro individuale di 39,8 chilometri con partenza da Foligno ed arrivo a Montefalco.

Vincenzo Nibali

Lo “squalo dello Stretto” firma autografi alla partenza

Ordine d’arrivo nona tappa — 1. Nairo QUINTANA (Col, Movistar) 149 km in 3h44’51”; 2. Pinot (Fra) a 24″; 3. Dumoulin (Ola) s.t.; 4. Mollema (Ola) a 41″; 5. Nibali a 1′; 6. Pozzovivo a 1’18”; 7. Kangert (Est) a 2’02”; 8. Zakarin (Rus) a 2’14”; 9. Reichenbach (Svi) 2’28”; 10. Formolo 2’35”.

The following two tabs change content below.
Giuseppe Girolamo

Giuseppe Girolamo

Giornalista sportivo, iscritto all'OdG della Sicilia. Appassionato di ciclismo!

Commenta su Facebook

commenti