Spadafora vuole punti salvezza. Maganza: “Chiarezza sui tesseramenti degli stranieri”

Time out Spadafora

La Piero Lepro Spadafora dopo un inizio campionato più che positivo, si ritrova adesso impelagata in piena lotta salvezza, considerate le debacle consecutive arrivate nelle ultime settimane.

“Le cose non vanno per il verso giusto – dice Coach Maganzae quanto espresso in campo dai miei ragazzi naturalmente non mi soddisfa . Sicuramente -prosegue – i tanti infortuni subiti e l’aver disputato gare senza vari giocatori del quintetto base, ci ha di certo penalizzati ma ciò non può essere un alibi e pertanto dobbiamo tutti insieme invertire la rotta. Sabato scorso, affrontando il Cocuzza, per i primi due quarti abbiamo ben tenuto il campo contro una squadra, con budget superiore al nostro ma che nella gara di andata abbiamo battuto. Nella seconda parte di gara però il calo atletico dei nostri si è fatto sentire visto che alcuni dei miei, per l’intera settimana, non sono riusciti ad allenarsi causa malanni vari,  e pertanto abbiamo ceduto il passo”.

Luigi Maganza (Spadafora)

Coach Maganza conclude però con un’osservazione sul tema stranieri: “Noi siamo una società che ha deciso di puntare sui nostri giovani e sicuramente anche per questioni economiche non possiamo permetterci l’ingaggio di stranieri ma se ne avessimo avute le possibilità avremmo di certo agito nel rispetto delle regole. Visto quanto evidenziato anche in trasmissioni televisive nazionali e da quanto a nostra conoscenza, desideriamo verificare per la corretta regolarità del campionato che gli stranieri tesserati siano in possesso di regolare permesso di soggiorno e che non siano stati superati i mesi che tale permesso li autorizzava a rimanere in Italia. Stiamo valutando, attualmente, su come intervenire affinché si possa fare chiarezza e fugare ogni dubbio sulla regolarità di questi tesseramenti”. 

Commenta su Facebook

commenti