Spadafora dilaga anche contro l’Alias Barcellona. La capolista chiude l’anno imbattuta e allunga le mani sul campionato

Il roster al completo della Zuiki Spadafora
Logo Nuovo Avvenire Spadafora

Logo Nuovo Avvenire Spadafora

È una Zuiki Spadafora che non conosce limiti quella che si è imposta nella partita casalinga valida per la sesta giornata del campionato di serie D contro l’Alias Barcellona col punteggio di 98-60. Spadafora non si è lasciata affatto impietosire dai tanti ex giocatori di turno che ormai militano nell’Alias, e come forse non aveva mai fatto prima, è partita subito forte, aggredendo sin dalla metà campo avversaria con un’intensità agonistica quasi asfissiante. Già dopo metà gara, con il tabellone che recita 51-31 per i padroni di casa, si poteva già intuire come sarebbe andata a finire. Un copione ormai ripetitivo e consolidato che sancisce la supremazia dei ragazzi di coach Luigi Maganza.

Il roster al completo della Zuiki Spadafora

Il roster al completo della Zuiki Spadafora

Barcellona non è nella sue migliore serata: è solo grazie alla verve del tiratore Catanesi, che infila quattro bombe consecutive, se gli ospiti sono stati in grado di  non alzare bandiera bianca immediatamente. Spadafora invece, con un’assoluta prova di maturità riesce a sopperire, senza neanche troppe difficoltà,  alla mancanza del play Ivan Stuppia, giocatore che può vantare una media ragguardevole in questo inizio di campionato di quasi venti punti a partita. Un segno importante questo per Maganza, le certezze  sembrano crescere giorno dopo giorno, per una squadra non più Stuppia dipendente come avvenuto l’anno passato, ma che trova in Mobilia, Busco e Contaldo, altri tre capisaldi del roster, sia in termini realizzativi che di leadership. Sono proprio questi tre  protagonisti che hanno costruito contro Barcellona mattoncino dopo mattoncino, attacco e difesa, la vittoria casalinga della Zuiki.

33Il secondo tempo è proseguito sulla falsariga del primo con Spadafora protagonista da una parte e dall’altra del campo, e l’avversario della città del Longano che non riesce ad invertire la rotta in una serata poco felice. C’è da sottolineare anche come siano andati a segno, e con regolarità, praticamente tutti gli effettivi della Zuiki, che si è persino concessa  il lusso di mandare in campo  gli ultimi quattro minuti, a partita ormai chiusa, cinque promettenti under di diciannove anni. In definitiva Spadafora batte Alias Barcellona 98-60, collezionando il sesto successo consecutivo. L’appuntamento è alla prossima partita in programma nel nuovo anno, esattamente l’11 gennaio contro il Basket School Messina, perché nell’ultimo turno del girone d’andata la prima della classe osserverà il turno di riposo imposto dal calendario.

Vento (Spadafora), autore di 11 punti

Vento (Spadafora), autore di 11 punti

Zuiki Spadafora-Alias 98-60
Parziali: 26-14; 25-17; 25-17; 22-12
Spadafora: Barbera 3, Stuppia E. 7, Biondo 13, Scibilia 2, Vento 11, Busco 23, Molino 11, Contaldo 15, Squadrito, Mobilia 13, Nomefermo. All: Maganza
Alias Barcellona: Munafò 5, Coppolino, Pettineo 5, Pirri G.2, Italiano, Valenti 4, Di Giovanni, Catanesi 21, Rucci 7, Crisafulli 11, Pirri F. 3, Maiori 2. All: Varotta

Commenta su Facebook

commenti