Spadafora a caccia del tris. L’Amatori sfida la capolista. Agatirno alla ricerca della continuità

Sono andati in archivio i primi ottanta minuti di stagione nel campionato di serie C Regionale e, seppur solo a livello indicativo, sono già chari e delineati i rapporti di forza del massimo torneo regionale. Alla caccia delle prime tre posizioni che valgono l’accesso diretto alla nuova C Unica partono senza indugio Spadafora e Adrano, guarda caso uniche due squadre del lotto a punteggio pieno. Nelle prime due girnate gialloneri ed etnei hanno mostrato un ottimo livello di gioco ed un sistema ben definito finalizzato alla conquista della promozione nella categoria nazionale. Proprio la Piero Lepro Group Spadafora di coach Luigi Maganza viaggerà per la seconda volta in stagione in quel di Catania, la palestra del Cus per sfidare la compagine universitaria della città dell’Elefante. Sfida sulla carta non impossibile per una compagine che vata nettamente il miglior attacco, 101 punti di media gara e tanti solisti abituati a lottare in ben altri parquet. Occhio però alla voglia dei cucssini del tecnico Malagò che al debutto ha superato Gravina e sul prorpio campo sanno farsi rispettare. Nessuna particolare pressione per Stuppia e compagni che sono pienamente consapevoli che da queste sfide possa passare la conquista della serie superiore.

L'altra capolista Adrano sarà ospite dell'Amatori Messina

L’altra capolista Adrano sarà ospite dell’Amatori Messina

Lo stesso giorno ritorna sulle tavole del PalaTracuzzi l’Amatori Messina per una sfida tutta da gustare contro l’altra capolista, lo Sporting Club Adrano. Peloritani che inseguono il secondo successo dopo il ko di Licata nonostante una buona prestazione offerta sul campo di un team di alta qualità come gli agrigentini. Gara che ritorna dopo alcune stagioni in serie C Dilettanti, categoria che per diversi anni ha visto protagonisti messinesi e etnei. Gli ospiti dell’ex giocatore Castiglione possono contare sull’estro del play Sortino e di un gruppo ben amamlgamato col capitano De Masi, Bascetta e il giovane Bulla. Messina di coach Mario Maggio opporrà la solita grinta ed il recupero del prorpio capitano Centorrino, giocator abituato a vivere grandi battaglie. Determinante anche la risposta dei giovanissimi dell’Amatori con Mondello che si sta confermando un atleta di ottime prospettive in questo avvio.
Scende in campo infine anche l’Agatirno di Jorge Silva che cerca continuità dopo l’affermazione interna colta sul Cus Catania. Squadra giovanissima quella paladina in orbita Orlandina Basket che si conferma essere trascinata dal duo Strati-Karavdic, giocatori che vanno a referto anche con la serie A. Nell’ultima sfida di campioanto però il tecnico spagnolo, trapiantato a Capo d’Orlando ha ottenuto numeri importanti anche da Galipò e Gambardella, due nuove frecce al proprio arco. Il PalaFantozzi può fare il resto ma non va preso sotto gamba il Gravina, squadra profondamente rinnovata e che sette giorni fa ha vinto con ottima personalità contro Santa Croce. Sfruttare il doppio confronto casalingo però è troppo importnante per i paladini che preparerebbero con maggiore tranquillità i prossimi impegni (da ricordare che le ultime sei formazioni retrocederanno in D).

Logo Amatori Messina

Logo Amatori Messina

Il programma della terza giornata:
Amatori Messina-Adrano
Cus Catania-Spadafora
Sales Catania-Virtus Trapani
Marsala-Giarre
Vigor Santa Croce-Licata
Agatirno-Gravina

La Classifica:
Il Nuovo Avvenire Spadafora 4
Sporting Club Adrano 4
Basket Giarre 2
Cus Catania 2
Amatori Basket Messina 2
Santa Croce Camerina 2
Studentesca Licata 2
Sport Club Gravina 2
Virtus Trapani 2
Nuova Agatirno 2
Pgs Sales 0
Nuova Pall. Marsala 0

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti