Sibilia: “Promozioni e retrocessioni non possono essere decise a tavolino”

LndIl presidente della Lnd Cosimo Sibilia

L’emergenza Coronavirus, il campionato di Serie D in bilico come tutti gli altri con una ripresa dell’attività che si fa sempre più complicata e lo spinoso capitolo legato a promozioni e retrocessioni. Il presidente della Lega Nazionale Dilettanti e vicepresidente vicario della FIGC, Cosimo Sibilia, è intervenuto ai microfoni di Campania Sport per fare il punto della situazione.

Fc Messina

Il saluto tra le due squadre (foto Alfredo Consoli)

“Quando si parla di questa situazione sembra che si parli solo del professionismo, la cosa inizia ad infastidirmi. Sono problemi che riguardano tutti. La salute ha la massima priorità, bisogna riflettere e farlo bene. In Serie A ogni giorno sento posizioni diverse, un giorno si dice una cosa e quello dopo l’opposto” ha detto il numero uno della Lnd.

“Dobbiamo risolvere prima questa emergenza sanitaria – ha aggiunto Sibilia – viviamo un dramma e speriamo di uscirne quanto prima. Poi penseremo a tornare in campo. Il campo è e sarà l’unico giudice che potrà decidere le classifiche, di chi vince, chi viene promosso e chi retrocede. Servono decisioni incisive, forti, che diano risposte alle persone, invece sento solo parlare di interessi personali. In molti sport si gioca più volte in una settimana, bisognerà fare qualche sforzo in più perchè, ripeto, le promozioni, le retrocessioni e i titoli non saranno e non possono essere decisi a tavolino”.

 

Commenta su Facebook

commenti

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva