Sfuma sul più bello la rimonta della Leones contro la capolista

L’Arechi Salerno ha rispettato i pronostici, imponendosi in casa di una mai doma Leones Messina. Match dai due volti; nei primi due parziali i campani trovano varie ed efficaci soluzioni al tiro, portandosi avanti di ben 6 gol (2-8), nel terzo tempo i peloritani cominciano un’incredibile rimonta, vanificata, però, sul 7-9, da un rigore di Fulvio Arnaud parato da Gallo.

LeonesPartono bene i padroni di casa che a 2 minuti dall’inizio dell’incontro vanno a segno in uomo in più con Felice Sollima. Pronta la reazione degli ospiti che, capaci di aumentare notevolmente i ritmi, portano più volte in difficoltà la difesa Leones, costretta a capitolare tre volte consecutive sotto i colpi di Del Basso, Siani e Parrilli. Replica peloritana con Luca Tarascio che accorcia le distanze, ma ancora una volta gli ospiti allungano fino a chiudere il primo parziale sul 2-4. Il secondo parziale risulta decisivo per l’esito del match. Mentre da un lato gli ospiti spingono sull’acceleratore e riescono a portare un micidiale 4-0, dall’altro Runza e compagni contestano alcune discutibili decisioni arbitrali.

Al cambio di vasca, sul risultato di 2-8, la Leones ha il merito di credere nella rimonta: i ragazzi allenati da Sergio Naccari affrontano gli ultimi due parziali con uno spirito più aggressivo e, nonostante il pesante gap, hanno la capacità di rimettersi in carreggiata. Prima con Arnaud e poi con Raffaele Cusmano accorciano fino al 4-8. La rete di Siani riporta sul + 5 i salernitani. L’ultimo quarto è una catena di emozioni: i padroni di casa annullano gli attacchi avversari e ogni azione offensiva diventa pericolosa per la difesa ospite. Arnaud, Giuseppe Runza ed, infine, Dino Cassone portano il risultato sul 7-9. A 3’14” dalla sirena arriva la possibilità di tornare in scia con un rigore; Arnaud sbaglia, però, dai 5 metri e sul capovolgimento di fronte il “sette” guidato a bordo vasca da Matteo Citro chiude i conti con la marcatura di Buonocore. Begovic e Cusmano fissano, infine, il risultato sul definitivo 8-11.Leones1

“Sono soddisfatto della prova dei miei – ha dichiarato Naccari – abbiamo affrontato la capolista a viso aperto e con la giusta intensità, arrivando ad un passo dal farli capitolare. Peccato per quel secondo parziale regalato, che ci ha reso molto complicata la partita, però abbiamo fatto una gran bella rimonta. Sono sicuro che se affronteremo le prossime sfide con lo spirito degli ultimi due tempi otterremo i tre punti che ormai meritiamo da qualche turno”.

LEONES MESSINA-ARECHI SALERNO 8-11

LEONES MESSINA: La Tona, Arnaud 2, A. Naccari, Sollima 1, Arcovito, Tarascio 1, Cusmano 2, Runza 1, Cassone 1, F. Naccari, Falvo D’Urso, Antonuccio, Bonansinga. All. Sergio Naccari.

ARECHI SALERNO: Gallo, Del Basso 3, Storniello, P. Busà, Maccioni, Begovic 1, Buonocore 1, Baviera 2, Siani 2, Vuolo, Spatuzzo 1, Parrilli 1, D. Busà. All. Matteo Citro.

ARBITRO: Mirenda di Catania.

PARZIALI: 2-4; 0-4; 2-1; 4-2.

 

 

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti