Messina-Equipe Calabria 6-0. In gol Corona (3), Camarà (2) e Donnarumma

La prima formazione titolare del Messina 2014-2015 (foto Paolo Furrer)
Il manifesto con cui il centro silano accoglie il Messina (foto Paolo Furrer)

Il manifesto con cui il centro silano ha accolto il Messina (foto Paolo Furrer)

Il campo intitolato al “Barone Raffaele Collice” di Camigliatello Silano ospita l’amichevole tra l’ACR Messina e l’Equipe Calabria, rappresentativa che riunisce atleti senza contratto. Tra i peloritani si è appena aggiunto un altro calciatore in lizza per l’eventuale tesseramento, il colored Idrissa Camarà, classe 1993, originario della Guinea Bissau, l’anno scorso in Belgio. Salgono quindi a 26 i calciatori a disposizione del tecnico Gianluca Grassadonia: 20 quelli già tesserati, 6 gli aggregati. C’è anche un ospite d’eccezione: l’ex Alessandro Parisi, squalificato fino a giugno 2015 ma in gruppo per mantenersi in forma. Terza amichevole estiva per la formazione calabrese, sconfitta per 2-0 dalla Vigor Lamezia e per 9-0 dal Crotone (dopo avere comunque concluso il primo tempo sullo 0-2). Ha lasciato il gruppo in mattinata Tullio Maio, ex Acri, appena tesserato dal Paola. Riproposto il 3-5-2 che è stato una costante nella passata stagione. A bordo campo presenti una ventina di sostenitori giallorossi e gli striscioni di “Nocs” e “Lions”, che prima del calcio d’avvio hanno anche acceso qualche fumogeno. Nell’undici titolare cinque reduci del passato torneo: Lagomarsini, Silvestri, Bucolo, Pepe e Corona. Esordio con la tradizionale divisa biancoscudata per Benvenga, Bjelanovic, Nigro, Izzillo e Beghetto, che potrebbe divenire presto il 21esimo tesserato. Per l’ex Altobello invece un gradito ritorno in messinese. Maglia e calzettoni gialli, pantaloncini blu per l’Equipe Calabria. A dirigere la sfida il vice-allenatore del Messina Vincenzo Criscuolo. Unico indisponibile il venezuelano Paez, vittima di un affaticamento muscolare.

L'ingresso degli spogliatoi della struttura di Camigliatello Silano (foto Paolo Furrer)

L’ingresso degli spogliatoi della struttura di Camigliatello Silano (foto Paolo Furrer)

La cronaca. Al 4′ la prima palla gol capita sui piedi di Corona, la cui conclusione viene ribattuta. Un minuto dopo vicino al gol anche Bjelanovic, il cui colpo di testa è deviato in corner da Adamo. All’8′ uno svarione di Pepe per poco non consente a Galantucci di battere Lagomarsini, ma la mira non è delle migliori. Impreciso anche il tentativo di “Re Giorgio” all’11’ da fuori area. Al 14′ Bjelanovic semina un paio di avversari, mette a sedere anche il portiere e serve un assist a Corona, che però si vede respingere il pallone sulla linea. Scena che si ripete subito dopo, con Silvestri che aveva colpito a botta sicura sull’invito di Izzillo. Al 20′ gran parata di Adamo su Bjelanovic. Al 23′ i calabresi reclamano un rigore, che probabilmente poteva starci. Dopo trenta minuti si conclude sullo 0-0 il primo dei tre tempi in programma.

Due avvicendamenti in avvio di seconda frazione: dentro Iuliano ed il neo-acquisto Esposito. Al 2′ pregevole scambio tra Corona e Bjelanovic, che va ad un passo dal vantaggio. I ruoli si invertono dopo sessanta secondi e questa volta “Re Giorgio” non sbaglia dal limite sulla sponda di testa del croato. L’intramontabile bomber celebra con soddisfazione la prima marcatura del 2014-2015. Al 7′ sfiora il raddoppio Izzillo, rintuzzata da un difensore la sua botta dal limite. All’11’ il giovane Bonanno prende il posto di Bjelanovic. Subito dopo strepitoso sinistro al volo di Corona, autore quindi di una doppietta nel rapido volgere di 9′: per lui, agevolato anche da un goffo intervento del portiere, i complimenti di tutta la panchina. Al 17′ arriva perfino il tris, con una conclusione che incoccia sul palo e si insacca. Spazio poi anche per Stampa, De Bode, Bezziccheri, Temporini e Magallanes, che sfoggia una folta barba identica a quelle di Benvenga e Pepe. Al 26′ Nigro sfiora il gran gol con una volée, che strappa gli applausi del pubblico. Poi è Scarnato a chiudere in extremis sul tentativo sotto misura di Bezziccheri. Infine ci provano De Bode ed Esposito, molto attivo sulla fascia sinistra. Il secondo tempo si chiude sul punteggio di 3-0.

L'undici di partenza schierato dalla rappresentativa calabrese (foto Paolo Furrer)

L’undici di partenza schierato dalla rappresentativa calabrese (foto Paolo Furrer)

In avvio di terza frazione insidioso Izzillo, unico superstite dell’undici iniziale. Spazio anche a Gagliardini, Parisi e Donnarumma. All’8′ spazio anche a Camarà, dentro proprio al posto di Izzillo. Per il colored l’inserimento sarà graduale, anche perchè parla soltanto francese. Un po’ come Temporini, che comprende soltanto il portoghese. Lavoro supplementare per lo staff di Grassadonia. All’11’ a segno direttamente sugli sviluppi di un traversone da sinistra Donnarumma, che si è aggregato ai nuovi compagni da appena due giorni. Poi doppio acuto di Camarà, che sfiora la soddisfazione della marcatura stagionale. Al 16′ pregevole spunto di Migliore, che si vede deviare il sinistro sulla traversa. Al 18′ annullata la rete del possibile 5-0 a Bonanno, servito da Camarà quando era ormai in offside. Il calciatore originario della Guinea trova la soddisfazione della marcatura personale al 26′, dopo avere soffiato il pallone all’estremo difensore avversario. Alla mezzora ottimo lo spunto sulla destra di Sciotto, sul cui traversone arriva la seconda rete di testa di Camarà, che si presenta quindi nel migliore dei modi. Finisce 6-0 il positivo primo test stagionale dei giallorossi.

ACR Messina – Equipe Calabria 6-0
Marcatori: al 33′, al 42′ ed al 47′ Corona, al 71′ Donnarumma, all’86’ ed al 90′ Camarà.

La nutrita panchina dell'ACR Messina, che accoglie ben 15 calciatori (foto Paolo Furrer)

La nutrita panchina dell’ACR Messina, che accoglie ben 15 calciatori (foto Paolo Furrer)

ACR Messina: Lagomarsini (31′ Iuliano; 61′ Gagliardini), Benvenga (43′ Stampa; 80′ Sciotto), Silvestri (51′ Temporini), Bucolo (50′ Magallanes), Altobello (61′ Parisi), Pepe (46′ De Bode), Bjelanovic (41′ Bonanno), Nigro (58′ Migliore), Corona (48′ Bezziccheri), Izzillo (68′ Camarà), Beghetto (31′ Esposito, 61′ Donnarumma). Non impiegato: Hoxhaj. Allenatore: Grassadonia.

Equipe Calabria (tra parentesi la formazione in cui militavano nella passata stagione e l’anno di nascita): Adamo Fabrizio (Montalto, 1992), Scarnato Simone (Montalto, 1993), Vivacqua Francesco (Taranto, 1994), Colomino Francesco (Corigliano, 1990), De Luca Cristian (Amantea, 1983), Scarlato Cristian (Acri, 1985), Caruso Giovanni (Taranto, 1994), Vitale Michele (Taurianovese, 1991), Galantucci Alessio (Montalto), Marano Andrea (Acri, 1985), Zicarelli Nicola (Acri, 1990). In panchina: Ferraro Andrea (Luzzese, 1992), Iantorno Luca (Rende, 1997), Basta Marco (Rende, 1995), Mastrota Francesco (San Marco, 1993), Viteretti Mattia (Rende, 1997), Citrigno Armando (Marca, 1997), Trinni Francesco (Rende, 1997), Costabile Gianmarco (Montalto, 1990), Feraco Marco (Rende, 1996), Anastasio Andrea (Cosenza, 1996), Cipparone Giovanni (Vicoletto – torneo Acsi).

La sintesi video dell’amichevole ACR Messina-Equipe Calabria

Commenta su Facebook

commenti