Serie A2 Maschile – Il girone di ritorno dell’Elettrosud Brolo si apre con Cantù, Bertoli e Di Franco salutano

Matteo Bertoli in azione con la maglia dei "leoni" brolesi

Con il girone d’andata della Serie A2 Maschile appena conclusosi a Corigliano nel giorno di Santo Stefano, per l’Elettrosud Brolo è già tempo di vigilia di un ritorno in campo per l’ultima uscita dell’anno solare 2013.

Domenica sera presso il “Pala Torre” di Torrenova, i bianco-blu ospiteranno per la prima di ritorno la Banca Rurale di Cantù di mister Massimo Della Rosa e dell’ex Mercorio, un match che giunge dopo una prima parte di stagione deficitaria per un gruppo che sul campo di gioco ha raccolto appena 2 punti.

Matteo Bertoli in azione

Matteo Bertoli in azione

Nei fatti il titolo di “cenerentola” del torneo è quindi pienamente meritato dal club nebroideo del presidente Salvo Messina che dopo poche gare aveva allontanato il tecnico Jorge Cannestracci, ed affidato il gruppo al vice Omar Pelillo da appena due settimane affiancato  – vista l’assenza di adeguato patentino per la categoria dell’italo-argentino, e le sanzioni pecuniarie previste dalla lega -dal “tutor” Antontio Cortese.

Una barca apparentemente alla deriva tra crescenti malumori e  nervosismi che comunque vada salverà il titolo sportivo del secondo torneo nazionale grazie all’inatteso ritiro dei quotati irpini della Sidigas Atripalda.

Il giro di boa del girone d’andata, e soprattutto le frizioni maturate tra giocatori e società al termine del match con la Materdomini Castellana Grotte, hanno rappresentato la cesura di una parte della stagione.

Con la società brolese che quest’oggi ha reso noto l’addio all’esperto centrale siciliano Max Di Franco (autore dell’autobiografico libro a tema pallavolistico “Il bambino che sogna“) ed allo schiacciatore Matteo Bertoli. Nulla di sorprendente perché il rendimento del primo, assente tra l’altro nell’ultima con la Caffè Aiello Corigliano, è stato sin dal precampionato condizionato dai problemi fisici e condizionante per la squadra.

Max Di Franco con l'altro centrale Nicola Sesto

Max Di Franco con l’altro centrale Nicola Sesto

Certo più dolorosa sul piano tecnico la partenza del posto “4”, figlio d’arte dell’olimpionico azzurro Francomano di pietraBertoli, giocatore su cui era fortemente puntato il progetto di Cannestracci che lo aveva guidato in precedenza e caldeggiato l’ingaggio.

In verità, ad esser pignoli, bisogna sottolineare che già ieri l’Itely Milano, altra compagine militante nella Serie A2, aveva emesso un comunicato per annunciarne l’ingaggio, quindi in anticipo rispetto al comunicato odierno diramato dall’Elettrosud.

In casa brolese si preannunciano ulteriori movimenti in uscita, e la società doverosamente è ora chiamata a potenziare un organico già numericamente e qualitativamente bisognoso di innesti – tra le opzioni in ballo ci sarebbe anche un ritorno dell’italo-cubano Ivan Benito Ruiz – che riscattino nei risultati e sul campo l’onore  dell’unica compagine siciliana nei massimi tornei nazionali.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti