Sei gol al FC Acireale, l’Igea Virtus ci crede

L'esultanza dei giocatori dell'Igea Virtus

Sei gol per confermare che l’Igea Virtus se la vuole giocare fino alla fine la possibilità di disputare gli spareggi promozione. Missione compiuta quindi per i giallorossi, scesi in campo al D’Alcontres con la giusta determinazione contro un avversario, il FC Acireale, che alla vigilia non si presentava di certo facile. Finisce 6-2 e la compagnie barcellonese con questo successo aggancia in classifica a quota 45, il Modica, sconfitto a domicilio dal Città di Vittoria ed avrà tutto il tempo per  preparare il match decisivo di Mascalucia, con il Catania San Pio X.

La formazione dell'Igea Virtus

La formazione dell’Igea Virtus

Gara subito in discesa per l’Igea Virtus, al 4’ Isgrò dalla destra serve in mezzo all’area di rigore acese dove Triolo si fa trovare pronto all’appuntamento con il pallone che insacca  da posizione centrale. Alla mezzora arriva il raddoppio, per merito del solito Isgrò, bravo a servire Cannavò che supera in uscita Catalano. Il 2-0 invece di mettere le ali ai giallorossi, ha un effetto positivo sulla squadra ospite che nel giro di tre minuti rimette in parità il match, complici alcune indecisioni della difesa dell’Igea. Il gol del 2-1 lo realizza Cordova, bravo a sorprendere Scibilia direttamente dalla bandierina del calcio d’angolo. Poi è Costa a realizzare al 35’ il gol del pareggio con un tiro dal limite dell’area. La difesa igeana va in bambola e dopo due minuti rischia di capitolare nuovamente su conclusione di Marletta, ma la sua conclusione dalla distanza è respinta in due tempi da Scibilia. Il primo tempo si chiude sul 2-2, per l’Igea è tutto da rifare.

I tifosi dell'Igea Virtus hanno fatto festa al D'Alcontres

I tifosi dell’Igea Virtus hanno fatto festa al D’Alcontres

Nella ripresa i ragazzi di Perdicucci tornano in campo con l’intenzione di chiudere il match e già al 48’ si riportano in vantaggio grazie a D’Anna, abile a battere Catalano con un tiro dal limite. Sul 3-2 i barcellonesi non  si accontentano, troppo importante questa vittoria per farsela sfuggire, così Genovese al 59’ finalizza un contropiede. Otto minuti più tardi arriva anche il 5-2, lo realizza Isgrò al termine di un’azione personale. Infine Cannavò chiude il set per i giallorossi al 75’. Sul calcio di rigore concesso per fallo sullo stesso giocatore, il portiere acese respinge la sfera proprio sui piedi di Cannavò che ribadisce a rete.

Tabellino:

Igea Virtus – FC Acireale 6-2

Marcatori: 4’ Triolo, 30’ Cannavò, 33’ Cordova, 35’ Costa, 48’ D’Anna, 59’ Genovese, 67’ Isgrò, 75’ Triolo.

Igea Virtus: Scibilia, Miano, Triolo, Pandolfo (77’ Longo), Scolaro, Quattrocchi, Isgrò, D’Anna, Cannavò (78’ Cipriano), Crofò, Genovese (68’ Serraino). Allenatore: Perdicucci.

FC Acireale: Catalano, Gallipoli, Urso, Cordova, Cocuzza, Ricca, Godino, Marletta (63’ Bonnici), Costa (63’ Mirabella), Bruno, Cantarella (79’ Messina). Allenatore: Ricca.

Arbitro: Costanza di Agrigento.

Le foto sono tratte dalla pagina Facebook dell’Igea Virtus, realizzate da Puccio Rotella.

Commenta su Facebook

commenti