Seck: “Sfruttato uno schema sul corner”. Panarello: “Un punto importante” (2 VIDEO)

La formazione del Città di Messina, che ha centrato il terzo pari consecutivo contro l'Hinterreggio (foto Omar Menolascina)
La formazione del Città di Messina, che ha centrato il terzo pari consecutivo contro l'Hinterreggio (foto Omar Menolascina)

La formazione del Città di Messina, che ha centrato il terzo pari consecutivo contro l’Hinterreggio (foto Omar Menolascina)

Il primo gol in giallorosso del senegalese Modou Ablaye Seck ha consentito almeno al Città di Messina di prolungare la mini-striscia di risultati positivi avviata con la promozione a capo allenatore di Antonino Panarello. Il terzo segno “ics” consecutivo consente di mantenere un margine di quattro lunghezze sul terzultimo posto, anche se Rende e soprattutto Vibonese proseguono la loro risalita. Soddisfatto per la sua prima marcatura l’ex centrocampista del Montalto: “È stata una partita difficile, giocata su un campo pesante. Siamo contenti di questo punto e guardiamo avanti. Peccato aver subito quel gol nel primo tempo, ma dobbiamo rivolgere anche i complimenti all’Hinterreggio e non cercare alibi per il campo pesante. Il gol? Prima della partita avevamo parlato con Mirco ed il mister di queste possibili soluzioni: Camarda ha messo la palla in mezzo esattamente come ci eravamo detti ed io sono riuscito a sfruttare nel migliore dei modi il calcio d’angolo”.

Un tentativo di Vella su calcio piazzato (foto Omar Menolascina)

Un tentativo di Vella su calcio piazzato (foto Omar Menolascina)

Il calendario impone una nuova trasferta in Campania, nella quale i peloritani dovranno provare a dar seguito alle ultime positive uscite con Cavese e Savoia: “La sosta ci ha un po’ penalizzato, ma dobbiamo soltanto pensare a lavorare. Ci sono sedici partite ancora da giocare ed occorre dare tutto. L’Agropoli? Una bella squadra, ma andremo lì per giocare la nostra partita e domenica faremo i conti. Il 4 maggio, poi, vedremo dove saremo in classifica”.

Moderatamente ottimista anche il tecnico Antonino Panarello, al quale la società ha ormai stabilmente rinnovato la fiducia dopo le esperienze da secondo con Pasquale Rando e Gaetano Di Maria: “Abbiamo sbagliato il primo tempo sia sul piano tattico che sotto il profilo della cattiveria. L’Hinterreggio è stato più determinato di noi e questo non è certamente l’atteggiamento giusto per una squadra come la nostra che deve puntare a salvarsi. Nella ripresa i ragazzi hanno giocato con ben altro piglio ed è arrivato un pareggio meritato, pur non essendoci state tantissime occasioni. È comunque un punto importante. Il campo ha sicuramente inciso: non avendo giocatori molto fisici siamo andati in difficoltà”.

Determinanti i calci piazzati di Camarda (foto Omar Menolascina)

Determinanti i calci piazzati di Camarda (foto Omar Menolascina)

La risalita di due delle quattro formazioni che seguono in graduatoria i peloritani complica i piani del Città di Messina: “La corsa alla salvezza resta complicata, non riusciamo a vincere da ben dodici giornate e dietro si sono mosse, intervenendo anche sul mercato. Occorre, però, ripartire da questo secondo tempo di spessore. Il mercato? La società sa cosa manca, se arriverà qualcuno dovrà servire a farci compiere il salto di qualità, altrimenti non accadrà nulla. Ad Agropoli ci attende una gara durissima, ma siamo consapevoli di dover lottare sino in fondo”.

Questa l’intervista video al centrocampista senegalese del Città di Messina Modou Ablaye Seck:

Questa l’intervista video al tecnico del Città di Messina Antonino Panarello:

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com