Sconfitta al tie-break per il Volley Letojanni a Ficarazzi contro il Saturnia

Asd Volley LetojanniI ragazzi di coach Rigano prima della partita

Il Volley Letojanni torna con un punto dalla trasferta di Ficarazzi contro il Saturnia Aci Castello. Eppure i ragazzi di mister Rigano erano partiti benissimo conquistando i primi due parziali. I locali trovavano la reazione giusta nel terzo set, aggiudicandoselo ai vantaggi.

Il tecnico del Volley Letojanni, Gianpietro Rigano

Quarto ancora appannaggio dei ragazzi di coach Puleo, abili a trascinare la gara al tie-break. L’ultimo si è chiuso con la squadra di casa a chiudere l’incontro a proprio favore con tre punti di scarto (15-12). Il match che iniziava subito bene per i letojannesi, i quali dopo un punto a punto continuo (2 a 2, 5 a 5, 10 a 10) spiccavano il volo sfruttando due errori della Saturnia e un diagonale di Torre. Quest’ultimo portava gli ospiti sul 13 a 10, con i locali si rifacevano vivi solo in poche occasioni. Il set scorreva via veloce con Boscaini e Saraceno (top scorer della partita con 20 punti messi a segno) che spadroneggiavano facendo avanzare la squadra addirittura sul 20 a 14. Il tecnico dei catanesi a questo punto tentava di invertire la rotta, operando alcuni cambi: Vitale su Balsamo e Bonsignore su Saglimbene. Ma a nulla servivano tali esperimenti in quanto gli ospiti si dimostravano una macchina da punti e con Torre facevano 24 a 16, prima del 25 a 17 a seguito di un errore in battuta di Bonsignore. Il secondo set iniziava con un ulteriore testa a testa (4 a 4, 9 a 9) con Boscaini, Torre e Saraceno che la facevano da padrone.

Poi due punti di Boscaini, di cui uno su ace portava i letojannesi sull’11 a 9, ma i locali si riposizionavano e andavano in vantaggio sul 12 a 11 con un muro di Battiato. Di nuovo pari sul 12 a 12 e testa a testa frenetico fino al 18 a 18, quando due errori della Saturnia conducevano i messinesi sul 20 a 18. I padroni di casa lottavano su ogni pallone ma i letojannesi sembravano indemoniati e chiudevano così sul 25 a 23 anche il secondo parziale grazie ad un attacco di D’Andrea e ad uno di Torre che sbatteva contro il muro dell’Aci Castello e finiva fuori dal campo. Il terzo set cominciava sulla falsariga del secondo, con un Letojanni e una Saturnia entrambi intraprendenti (5 a 5, 9 a 9). Sul 10 a 9 a favore del Letojanni, brutto infortunio alla caviglia destra per il centrale messinese D’Andrea: coach Rigano gettava nella mischia il sostituto Pappalardo.

Letojanni

Maurizio Schifilliti (Volley Letojanni)

Ma gli ospiti continuavano a giocare alla grande e a mettere giù palloni pesanti per il 15 a 11 e per il 17 a 13, mentre i locali sbagliavano una quantità immensa di palloni giocabili. Poi il risveglio, con la Saturnia che collezionava il 18 pari e il sorpasso sul 19 a 18 grazie ad un break di 5 punti. Da qui un punto a punto (21 a 21, 23 a 23 e 24 a 24) fino al 26 a 24 per l’Aci Castello, firmato da Pricoco autore di una buonissima prestazione. Si andava pertanto al quarto parziale che iniziava con il Letojanni avanti per 2 a 0 a causa di due rossi a Saglimbene e Pricoco. I letojannesi sfruttavano il vantaggio e riuscivano ad andare sul 5 a 1 grazie a Boscaini e Saraceno. Distacco che aumentava dopo un ulteriore rosso a Bonsignore che portava gli ospiti sull’8 a 2 e poi sul 9 a 2. Ma i padroni di casa si rimettevano in carreggiata e arrivavano a -3 (10 a 7 per il Letojanni), pareggiando i conti sul 12 a 12, dopo alcune disattenzioni ospiti. I ragazzi di coach Rigano sembravano demoralizzati e la Saturnia molto più in forze e così quest’ultima giungeva sul 17 a 14 in pochi minuti. Su questo punteggio Rigano inseriva Giardina al posto di Schifilliti e Nicolosi al posto di Saraceno ma il Letojanni stentava in ogni fondamentale e così la Saturnia agiva in contrattacco, andando sul 20 a 16. Rientravano in campo Saraceno e Schifilliti ma la musica non cambiava e i padroni di casa vincevano il parziale per 25 a 20. Si arrivava dunque alla lotteria del tie-break che iniziava con il Letojanni avanti 4 a 1 grazie ad un siluro di Torre e ad un attacco di Arena, ma la Saturnia ritornava di prepotenza e pareggiava (4 a 4).

Da qui un testa a testa mozzafiato (6 a 6, 7 a 7, 10 a 10), fino all’errore fatale in battuta di Giardina che mandava sulla rete il pallone del definitivo 15 a 12 a favore della Saturnia. Partita iniziata benissimo e finita male e classifica che adesso vede il Letojanni, l’Aci Castello e il Palermo, vittorioso ieri sul Papiro Fiumefreddo per 3 a 2 appaiati a 13 punti, con i letojannesi che devono però giocare una gara in più. Adesso testa alle prossime gare dove sarà vietato sbagliare e avere cali di concentrazione.

Saturnia Aci Castello – Volley Letojanni 3-2 (16-25; 23-25; 26-24; 25-20; 15-12)
Saturnia Aci Castello: Balsamo 1, Bonsignore 8, Fasanaro 13, Saglimbene 20, Battiato 16, Arezzo 5, Vitale 0, Pricoco 18, Chiesa L1, Marino 0. N.e. Vicari, Melia, Ruggeri L1. ALL.: Puleo
Volley Letojanni: Schifilliti 6, Torre 13, Boscaini 18, Saraceno 20, Cavalli L1, D’Andrea 11, Arena 5, Pappalardo 0, Giardina 0, Nicolosi 0. N.e. Germanà L2, Mastronardo G., Mastronardo M. ALL.: Rigano
Arbitri: Salvini e Lo Verde di Brescia

Commenta su Facebook

commenti