Scatta la stagione dell’Akademia. Breviglieri: “Organico importante e ambizioso”

Akademia Sant'AnnaLa stagione dell'Akademia Sant'Anna è iniziata con una riunione tecnica

Ha preso ufficialmente il via la stagione 2022/23 della Desi Shipping Akademia Sant’Anna. Al palazzetto della Cittadella Sportiva Universitaria ragazze, staff e gruppo dirigenziale si sono riuniti per la prima volta per dare il via ufficiale ai lavori che, tra otto settimane, condurranno il club messinese allo storico debutto in Serie A2.

Akademia Sant'Anna

Il tecnico dell’Akademia Marco Breviglieri

Per coach Marco Breviglieri primo contatto con la città dello Stretto: “Provo molto orgoglio per essere a Messina, una piazza importante che forse non ha avuto i traguardi che si sarebbe meritata. Tutti si sono dati veramente molto da fare per mettere insieme un organico importante e affrontare la stagione. Ovviamente sono molto felice perché finalmente si comincia. Nella mia carriera probabilmente ho allenato più al Sud che al Nord, quindi tornare in queste terre mi dà sempre sensazioni bellissime. Per quel che riguarda i nostri obiettivi sono importanti: non scendo nel dettaglio, sicuramente dobbiamo puntare prima di tutto a salvarci ma io cercherò di pormi un obiettivo un po’ più ambizioso”.

L’incontro è stata l’occasione per riunire tutto il gruppo al gran completo e, tra tanti sorrisi e una evidente emozione, affrontare argomentazioni tecniche e logistiche, in vista delle prossime settimane di allenamento tecnico e di preparazione fisica agli ordini di Lucio Gilotti, designato preparatore atletico del club messinese per questa stagione. Spazio anche a qualche spunto di riflessione più a lungo termine come, ad esempio, l’avvio del torneo previsto per il prossimo 23 ottobre, quando è in programma la trasferta di Soverato e poi, la domenica successiva, il tanto atteso esordio casalingo in casa contro Marsala.

Akademia Sant'Anna

Il neo-acquisto Giorgia Faraone con la maglia di Bergamo

“Il fatto di affrontare da subito una società del Sud, nella quale tra l’altro ho militato per tre anni, mi fa piacere perché troverò persone con le quali ho mantenuto ottimi rapporti – prosegue Breviglieri -. La prima parte del campionato secondo me dobbiamo affrontarla sin da subito al meglio perché credo che nel nostro girone ci siano una prima e una seconda fascia abbastanza ben definite. Senza voler denigrare nessuno, noi credo che da neopromossa rientriamo nella seconda e nelle prime giornate affrontiamo squadre che secondo me sono alla nostra portata, per cui sarà molto importante cercare di fare subito punti. Questo calendario compresso – conclude il tecnico dell’Akademia – è figlio del numero elevato di squadre e dello slittamento dell’inizio del torneo, legato al Mondiale che si svolgerà a settembre. Onestamente io preferisco giocare cosi spesso, chiaramente non sempre, perché un po’ come nei playoff fa salire l’adrenalina, ti fa mantenere sempre molto alta l’attenzione e la concentrazione. Credo, ovviamente, che sarà anche più gradevole per il pubblico, che non dovrà attendere tanti giorni tra una partita e l’altra”. In tal senso prosegue la campagna abbonamenti “Messina, adesso tocca a te!”. Le tessere potranno essere sottoscritte online oppure presso i punti vendita autorizzati Posto Riservato.

Akademia Sant'Anna

Per Marco Breviglieri vasta esperienza tra A e B

“Finalmente inizia la nuova stagione – sottolinea Fabrizio Costantino, n.1 del club peloritano –. Non nascondo che c’è stata un po’ di emozione nel primo discorso stagionale alla squadra. Questa è un’annata storica per noi: la nostra prima Serie A che abbiamo conquistato sul campo con tante vittorie e con grande voglia di arrivarci. Oggi abbiamo anche a disposizione una nuova struttura dove poter svolgere attività ed a questo proposito ringraziamo l’Università degli Studi di Messina che ci ha accolto a braccia aperte. Non si finisce mai di lavorare: prima con gli adempimenti burocratici, poi con il mercato e dopo ancora con la logistica non ci stiamo fermando davvero un momento. Ora iniziamo intanto a lavorare sulla parte tecnica, con lo staff che finalmente può avere a disposizione le atlete, mentre il gruppo dirigenziale si può concentrare sull’organizzazione di altri aspetti, come le trasferte. Iniziamo da Soverato, impegno abbastanza semplice dal punto di vista delle distanze, per poi impegnarci nell’esordio casalingo che attendiamo con tanto entusiasmo. Da lì, poi, inizieremo ad affrontare le lunghe e difficili trasferte verso il Nord”. 

Autori

+ posts