Sant’Agata ko con il Paternò: pesante battuta d’arresto in chiave salvezza

PaternòIl Paternò fa festa a Sant'Agata

Al “Fresina” a gioire è il Paternò. La squadra di mister Gaetano Catalano è stata abile a resistere agli assalti biancazzurri e capitalizzare al meglio una delle rare sortite offensive, arrivata tra l’altro su palla inattiva. A decidere il match un colpo di testa dell’ex Bontempo. Per la squadra di mister Giampà un brutto stop dopo la sconfitta di Messina. Domenica sarà nuovamente campionato e il calendario propone la trasferta di Roccella, contro una formazione praticamente condannata alla retrocessione ma comunque protagonista di una doppia rimonta, prima del ko, sul campo del Marina di Ragusa.

Fragapane

La conclusione di Fragapane respinta sulla linea

Dopo una prolungata fase di studio, al 23′ nitida palla gol per i padroni di casa. Dopo un contatto in area tra un difensore ospite e Caruso il pallone perviene a Fragapane, che lascia partire un tiro che supera il portiere ma sulla linea di porta salva Guarnera. Alcuni giocatori del Sant’Agata alzano le braccia al cielo ma il direttore di gara e l’assistente ritengono che il pallone non abbia varcato del tutto la linea bianca. Al 34′ splendido cross di Dama, ma la girata di Caruso viene intercettata. Poco prima del riposo ci prova Tripicchio dal limite, Cavalli neutralizza in due tempi. La ripresa è la fotocopia della prima frazione: a fare la partita è sempre il Sant’Agata mentre il Paternò si difende con ordine.

In maniera inaspettata al 72′ arriva la rete del Paternò che decide la partita. Punizione di Cenci, Bontempo sceglie bene il tempo dell’inserimento e di testa anticipa Ferrara in uscita. Mister Giampà a questo punto schiera una squadra a trazione anteriore buttando nella mischia tutti gli attaccanti a disposizione. Ma a complicare ulteriormente i piani di rimonta arriva la doppia ammonizione di La Gamba. Nel finale il Paternò in contropiede ha la palla del raddoppio con Santapaola, ma la sua conclusione viene neutralizzata da Ferrara. Il forcing locale, nonostante l’uomo in meno, produce soltanto mischie in area rossazzurra, ma il risultato non cambia. Il Paternò con la vittoria si tira attualmente fuori dalla zona playout, mentre per il Sant’Agata la permanenza diretta adesso è distante ben quattro lunghezze.

Paternò

Il gol partita di Bontempo

Sant’Agata-Paternò 0-1
Marcatore: 72′ Bontempo.
Sant’Agata (3-4-2-1): Ferrara; Brugaletta, La Gamba 00, Mancuso (73′ Alagna); Dama 01 (90′ Gnicewicz 01), Marcellino 02 (77′ Bongiovanni 02), Favo, Fragapane (61′ Franchina); Tripicchio, Caruso (80′ Perkovic); Cicirello. A disp.: Bruno 01, Miruku 02, Mbengue, Biondo 02, Cardella 02, Caruso, Manno 99. All. Giampà.
Paternò (3-5-1-1): Cavalli 00; Mazzotti, Bontempo, Guarnera 99; Coniglione (85′ Distefano 00,), S. Puglisi 02, Maiorano, Camacho (70′ Cenci), Santapaola 01 (90′ M. Puglisi 01) ; De Marco; Guillari (28′ Mascari, 90′ La Piana). A disp.: Maugeri 01, Barbaro 00, Giuffrida 01, Camilleri 00, Zappalà 03, Pardo 02. All. Catalano.
Arbitro: Cardella di Torre del Greco (Longobardi-D’Ottavio).
Note – Ammoniti Camacho, Mancuso, La Gamba, De Marco, Caruso, Mascari, Favo. Al 75′ espulso La Gamba per secondo giallo dopo un testa a testa a gioco fermo con Mascari.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva