Salayman e la sua favola a lieto fine. Arena: “Vittoria dell’intera città”

salyamanok2Salayman ha trovato casa a Messina. La storia del ventiseienne ragazzo ghanese, sbarcato in Sicilia a bordo del barcone che lo ha condotto dall’Africa sulle coste di Lampedusa, ha avuto un lieto fine, dopo aver tenuto banco nelle ultime settimane. Ad offrirgli vitto e alloggio sarà l’Amatori Rugby con cui potrà continuare a coltivare il suo sogno di giocare con la palla ovale che aveva subito chiesto al suo arrivo al PalaNebiolo. In attesa che venga esaminata la richiesta di asilo politico, vivrà con altri tre ragazzi della squadra.

Grande la soddisfazione del presidente dell’Amatori, Nello Arena: “Non è soltanto una vittoria dell’Amatori, ma dell’intera città. C’è stata una bellissima mobilitazione da parte di tutti, per questo ringrazio le istituzioni, la Croce rossa, la Questura e tutti quanti hanno dato una mano affinché questo sogno potesse diventare realtà. E’ importante che Salayaman possa vivere con gli altri coetanei anziché andare in un centro di accoglienza. Si tratta di una grande opportunità per il ragazzo, la nostra è un’adozione a tutti gli effetti. Presto imparerà a parlare italiano e in futuro sono certo che potrà cercarsi anche un posto di lavoro”.

Salayaman, che praticava in Ghana il football americano, ha dispensato sorrisi e posato con la maglia biancorossa, in quella che è stata a tutti gli effetti la sua presentazione ufficiale da nuovo giocatore dell’Amatori (alla quale ha partecipato anche Orazio Arancio, presidente del Comitato Siciliano della FIR). “Sono felicissimo, ho trovato una grande famiglia. Grazie all’Amatori, alle istituzioni ed alla stampa, per me è un sogno che si realizza. Forza Messina ! Quando al centro di prima accoglienza di Lampedusa mi hanno comunicato che c’era la possibilità di trasferirsi qui ho detto subito sì, perché mi avevano parlato bene di questa città degli amici che ci erano già stati”.

Anche il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha espresso il suo più vivo apprezzamento “per la bellissima storia scritta dall’Amatori Rugby Messina, capace di promuovere l’immagine positiva dello sport, non in chiave meramente agonistica, ma nell’accezione di formidabile strumento sociale. Sono rimasto colpito dalla vicenda del giovane Salayaman. Un segnale di inclusione che deve essere d’esempio dopo le recenti, immani, tragedie, che hanno funestato le coste davanti a Lampedusa, lasciando attonito il mondo intero. L’Amatori si fa portavoce a pieno titolo del ruolo preminente che lo sport riveste nel nostro Paese, veicolando il significato autentico del movimento, efficace ponte tra culture diverse in grado di abbattere ogni muro”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti