Ruba palla all’avversario, Raffaele squalificato per quattro giornate (VIDEO)

Giuseppe RaffaeleIl tecnico del Catania Giuseppe Raffaele

L’espulsione rimediata nel concitato finale di Catania-Vibonese, recupero dell’ottava giornata del girone C di Serie C, è costata quattro turni di squalifica al tecnico Peppe Raffaele, autore di un comportamento ritenuto anti-sportivo. Il curioso episodio, che ha visto protagonista l’allenatore ex Igea, è accaduto con gli etnei in vantaggio per 2-1.

“A gioco fermo, entrava sul terreno di gioco sottraendo la disponibilità del pallone a un calciatore della squadra avversaria, costringendo l’arbitro a sospendere la gara per decretarne l’espulsione” si legge nella motivazione della sentenza del Giudice Sportivo. Questa la spiegazione del diretto interessato, che ha interrotto l’azione dei calabresi, arrivata nel post-partita: “Ero convinto ci fosse fallo e che l’arbitro avesse fischiato. In quell’istante ho messo il piede in campo e solo dopo ho capito che l’arbitro non aveva fischiato: si vede anche dalle immagini. Stiamo parlando di un’azione a centrocampo, non di una palla gol. Si è trattato di un fraintendimento, poi ho visto il cartellino rosso” ha dichiarato Raffaele, che sarà quindi costretto a vedere dalla tribuna le prossime quattro partite del Catania.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva