Rocca, Bontempo: “Dopo un avvio non semplice i ragazzi mi hanno stupito”

Massimo BontempoIl tecnico della prima squadra Massimo Bontempo in tribuna (foto Calogero Germanà)

Prima dello stop dei campionati per l’emergenza Covid-19, il Rocca di Caprileone si trovava a ridosso della griglia play-off del girone B di Promozione. I nebroidei hanno proseguito con gli allenamenti individuali e poi dal 4 maggio con l’attività aerobica, come spiegato dall’allenatore Massimo Bontempo, in attesa di una ripresa che alla fine non ci sarà: “Da quando è iniziata l’emergenza ho fornito ai ragazzi dei programmi di allenamento individuali, mentre dal 4 maggio ho consigliato, considerate le maggiori aperture, anche qualche sessione aerobica da svolgere fuori casa”.

Rocca di Caprileone

Il Rocca di Caprileone, prima dell’emergenza, era ad un solo punto dalla zona play-off (foto Calogero Germanà)

Il tecnico era comunque consapevole che sarebbe stato quasi impossibile riprendere l’attività tra i Dilettanti:Se pensiamo che non sia facile riprendere nei campionati professionistici, dove comunque le tecnologie aiutano in ogni senso, figuriamoci nelle categorie dilettantistiche come l’Eccellenza o la Promozione, in cui è già tanto avere un impianto adeguato e funzionale. Senza la possibilità di tornare alla normalità, credo sia giusto dichiarare promozioni e retrocessioni d’ufficio”.

Bontempo ha analizzato il rendimento del Rocca, che ha avuto un inizio di stagione difficile ma si è ripreso, a suon di risultati, nella seconda parte di campionato: “La prima fase del torneo non è stata semplice e abbiamo vissuto settimane complicate. Ma nel girone di ritorno i ragazzi mi hanno stupito, tirando fuori ogni qualità e dimostrando la fiducia che ripongo nei loro confronti. Siamo arrivati a ridosso del quinto posto, ma alla classifica abbiamo sempre pensato relativamente”.

Bontempo

Massimo Bontempo, allenatore del Rocca di Caprileone (foto Calogero Germanà)

I risultati sono arrivati nonostante la linea verde sposata dalla società: “Mi ritengo abbastanza soddisfatto e voglio ringraziare la mia squadra che ha sempre messo in luce la propria serietà e professionalità. Il nostro obiettivo è sempre stato quello della valorizzazione dei giovani e penso che stiamo svolgendo un buon lavoro in questo senso. Abbiamo elementi di prospettiva su cui puntiamo tutto, spero di vederli in categorie superiori molto presto”.

Sul futuro della squadra e a livello personale, ecco il pensiero dell’allenatore: “La rosa va modulata in base agli obiettivi che vengono prefissati. Personalmente in questo momento non è facile fare progetti, soprattutto in ambito di mercato, ma non mi sento di chiedere grandissimi rinforzi alla società. Un innesto di categoria per reparto, unito alle grandi risorse del settore giovanile, sarebbe il giusto modo per ricominciare dopo una stagione che ci ha dato tanto. Sono a Rocca da un anno e mezzo e mi sento benissimo. Spero che la società continui a far calcio per come ha fatto fin ora, ha tutta la mia stima e il mio sostegno. Insieme possiamo fare grandi cose”.

The following two tabs change content below.
Filippo D'Angelo

Filippo D'Angelo

Passione sfrenata per il calcio ed il giornalismo. Sogna di diventare telecronista sportivo e nel frattempo è voce di un programma radio e firma di più testate online

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva