C maschile, B femminile e giovanili nazionali potrebbero tornare in palestra

ConiLa sede del Coni al Foro Italico

Il Coni ha accolto la richiesta della Fip di inserire i campionati senior di C Gold e C Silver maschile e B femminile e i campionati giovanili che prevedono finali nazionali (Under 20, 18, 16 e 15 Eccellenza e Under 14 Elite maschili; Under 18, 16, 15 e 14 femminili Elite) nel novero dei campionati di interesse nazionali in vista del Dpcm che sostituirà quello in scadenza il 15 gennaio.

C Gold pugliese

Cresce l’attesa per la possibile ripresa del torneo di C Gold

Di fatto il via libera del Coni potrebbe permettere, compatibilmente con la disponibilità degli impianti sportivi da parte degli enti locali, la ripresa degli allenamenti a prescindere dal colore della zona territoriale: secondo il Dpcm in vigore fino al 15 gennaio, le società che praticano attività sportiva di interesse nazionale possono svolgere allenamenti a porte chiuse nel rispetto dei protocolli delle varie federazioni. Da capire però quali saranno i protocolli applicati e quali aggiornamenti saranno necessari rispetto alle indicazioni per i non professionisti, la cui ultima versione è datata 16 settembre senza obbligo di tamponi ma con autocertificazioni, legate ad un quadro epidemiologico totalmente diverso rispetto a quello attuale. L’incontro fissato per lunedì 11 gennaio tra Gianni Petrucci ed i presidenti regionali dovrà fissare i paletti necessari per la ripartenza; la richiesta della ripresa degli allenamenti presuppone in ogni caso la necessità di organizzare l’attività agonistica dei campionati per i quali è stata domandata la ripresa degli allenamenti.

Giovanni Petrucci

Il presidente della Fip Giovanni Petrucci (foto Savino Paolella)

Nel concedere l’imprimatur per l’attività nazionale, il Coni si premura infatti di richiedere i calendari dell’attività di interesse nazionale come già avvenuto per i campionati nazionali di A, A2 e B maschile e A1 e A2 femminile di basket in corso di svolgimento. Riflettori puntati quindi sulla consulta dei presidenti dei comitati regionali in programma il prossimo lunedì, in quella sede si proverà ad “individuare la migliore strategia da adottare riguardo l’effettiva possibilità di riprendere l’attività territoriale, ed eventualmente con quali protocolli di sicurezza”. Si capiranno fondamentalmente le modalità di ripresa degli allenamenti, e con quali protocolli tornare in palestra a partire eventualmente dal 16 gennaio: la denominazione “di interesse nazionale” consentirebbe di svolgere regolarmente allenamenti collettivi in palestra a prescindere dal colore rosso, arancione o giallo della Regione. Il via agli allenamenti presupporrebbe comunque la possibilità di organizzare dei campionati, sia pure ridotti in termini di durata, stabilendo un minimo di quattro settimane di preparazione prima di programmare l’avvio della stagione agonistica.

The following two tabs change content below.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva