Risultati altalenanti per le formazioni giovanili dell’ACR Messina

Si ripete il copione già visto con la Fidelis Andria con un Messina Under 17 che prende gol dopo appena 35 secondi dal fischio d’inizio e subisce il raddoppio appena dopo il trentesimo del primo tempo. La partita poteva avere una svolta al 17′ della prima frazione quando il portiere ospite usciva fuori area e stendeva Miuccio lanciato a rete in contropiede, ma l’arbitro decideva di continuare senza sanzionare l’intervento di Spataro. Nei dieci minuti finali dell’incontro, girandola di espulsioni da una parte e dall’altra, sopratutto per proteste e qualche parola di troppo, cinque gli espulsi in totale.

ACR Messina Allievi Nazionali_2

Uno scorcio della panchina della formazione under 17

La cronaca: passano appena una trentina di secondi e Santoro recupera palla dalla difesa giallorossa e supera il portiere Benfatta portando in vantaggio il Catania. 15′ la reazione del Messina si concretizza con uno scambio tra Balsamà e Mendolia che penetra dalla sinistra e lascia partire un diagonale che però finisce fuori dallo specchio della porta difesa da Spataro. 17′ l’azione descritta in precedenza. Cavarra da centrocampo lancia Miuccio in contropiede, Spataro esce dall’area e travolge il giovane giallorosso, l’arbitro fa segno che si può continuare. 19′ Latella pesca Balsamà che entra in area ma viene fermato in dubbio fuorigioco. 26′ ancora il Messina in avanti con un tiro a volo di Balsamà, bella la parata del portiere etneo. 32′ si rivede il Catania in avanti. Cross in area con il portiere giallorosso che, in ritardo, si scontra con Santaro, per il signor Pirrotta è calcio di rigore. Batte lo stesso Santaro portando al raddoppio i rossoazzurri. Non accade più nulla sino al doppio fischio del direttore di gara.

La ripresa ha lo stesso identico inizio del primo tempo, è il 1′ quando Pannitteri lascia partire un tiro-cross che beffa Benfatta insaccandosi sotto la traversa per il triplo vantaggio etneo. 9′ ancora un’occasione per i giallorossi, una punizione calciata da Cavarra per la testa di Balsamà, palla di poco alta sulla traversa. La partita si spegne e cominciano le scaramucce e conseguentemente le espulsioni. Al 27′ la protesta dell’etneo Indelicato, rosso diretto, 34′ Aidala per insulti, al 37′ rosso anche per il giallorosso Chiofalo ed al 43′ e 44′ Cavarra e Lombardo. Liberatorio il triplice fischio finale.

I giovani giallorossi in una azione d'attacco

I giovani giallorossi in una azione d’attacco

Buona prestazione, invece, per gli Under 15 che strappano un pareggio  in trasferta contro l’Akragas. Primo tempo con la squadra di Mister Crisafulli in grado di andare in vantaggio e reggere l’urto dei locali, ripresa con un susseguirsi d’emozioni e con le due squadre che si alternano nel vantaggio sino al pareggio della squadra di Mister Vieneri nei minuti di recupero.

La cronaca: 10′ palla filtrante in area per Spinello che intercetta la sfera e solo davanti la porta, tira a botta sicura, gran parata del portiere giallorosso Zanghì che evita la capitolazione. 20′ punizione dal vertice sinistro dell’area di rigore, batte Freni e, stavolta, è il portiere agrigentino a prodursi in un bell’intervento salva risultato. 25′ il Messina passa comunque in vantaggio. Batti e ribatti in area di rigore dei locali, la sfera arriva sui piedi di Niosi, appostato sul dischetto, che, con un gran tiro, batte imparabilmente Nocera. La prima frazione di gioco si conclude con i giallorossi in vantaggio.

Nella ripresa al 12′ arriva il pareggio dei locali con un gol di Ferrigno segnato direttamente da calcio d’angolo con la palla prende una strana parabola verso la porta, il portiere Zanghì la tocca ma non riesce ad evitare la beffa. Al 22′ l’Akragas passa in vantaggio, cross dalla destra di Vaccarello, dal vertice sinistro entra Tuccio che insacca e porta la sua squadra sul 2 a 1. Al 28′  il giallorosso Cafarella, dopo vari dribbling, entra in area e viene agganciato da un avversario, rigore netto per il Messina. Sul dischetto va Barbera ed il suo tiro dagli undici metri riporta in parità i peloritani. Lo stesso Barbera al 34′, dal limite sinistro dell’area di rigore, lascia partire un bolide che s’insacca dal lato opposto per un gran gol che riporta in vantaggio il Messina. Ma al 36′, in pieno recupero (per gli Under 15,ogni tempo è di 35 minuti), un’entrata dubbia di Mancuso permette all’arbitro di decretare il secondo calcio di rigore di giornata, questa volta a favore degli agrigentini. Batte Tuccio che ristabilisce la parità prima degli ulteriori due minuti di recupero in cui non succede più nulla.

MESSINA (Under 17)-CATANIA 0-3
Marcatori: 1′ e 32′ Santaro, 1′ st Pannitteri
Messina: Benfatta S., Scaffidi, Mendolia, Cavarra, Chiofalo, Leo (11′ st Pino A. II°), Di Vincenzo (19′ st Pino A. I°), Latella (22′ st Maisano), Miuccio, Balsamà, Benfatta P. (1′ st Tritone). All. G.Spada
Catania: Spataro (32′ st Moncada), Florio, Indelicato, Lombardo, Di Stefano D., Aidala, Pannitteri, Bellanca, Finocchiaro (35′ st Andronico), Arena (35′ st Di Stefano G.) Santoro (32′ st Coniglione). All.Soriano
Arbitro: F.Pirrotta sezione di Barcellona P.G.
Espulsi: 37′ st Chiofalo e 43′ st Cavarra per il Messina. 27′ st Indelicato, 34′ Aidala e 44′ Lombardo per il Catania.

AKRAGAS-MESSINA (Under 15) 3-3
Marcatori: 25′ pt Niosi (M), 12′ st Ferrigno (A), 22′ st Tuccio (A), 28′ st Barbera rig. (M), 34′ Barbera (M), 36′ Tuccio rig. (A)
Akragas: Nocera, Dacci (35′ st Piraneo), Alma, Cardilicchia (1′ st Indelicato), Buttafoco (38′ st Traina), Callea, Spinello, Vaccarello, Tuccio, Di Salvo, Ferrigno (28′ st Incardona). All. G.Vieneri
Messina: Zanghì, Lodisco, Barbera, Romeo (4′ st Alessandro, 27′ st Finocchiaro), La Valle, Fazio, Niosi, Freni (17′ st Currò), Mancuso, Cafarella, Caderone. All. A.Crisafulli
Arbitro. P.C.Gerardi di Agrigento

The following two tabs change content below.
Lillo Guglielmo

Lillo Guglielmo

Plurilaureato, giornalista per passione, docente di matematica e dottore commercialista di professione. In una parola: poliedrico.

Commenta su Facebook

commenti