Rientrano le dimissioni di Manfredi ed Argurio, lascia soltanto Larizza

ACR MessinaFiumanò, Manfredi ed Argurio

Tanto tuonò che non piovve. Rientra senza particolari scossoni la crisi dirigenziale che nelle ultime due settimane aveva tolto ulteriori certezze ad un Messina già in ambasce tra cambio di allenatore forzato, presunti casi di calcioscommesse e crisi di risultati. In tarda mattinata si è tenuto infatti l’incontro tra i vice-presidenti Pietro Gugliotta e Piero Oliveri ed i sette dimissionari. Alla fine sia il direttore generale Lello Manfredi che il direttore sportivo Christian Argurio resteranno al loro posto.

Larizza, Fiumanò e Formisano in tribuna a Catanzaro

Larizza, Fiumanò e Formisano in tribuna a Catanzaro

Prosegue l’avventura in giallorosso anche per il responsabile alla sicurezza Giuseppe Leone, per l’ingegnere Giovanni Ferlazzo, che si è occupato anche quest’anno dell’agibilità dello stadio San Filippo, tornato peraltro alla capienza massima dopo anni di limitazioni. e per i responsabili dell’area comunicazione e dell’ufficio stampa Vittorio Fiumanò e Fabio Formisano.

Avventura conclusa soltanto per il responsabile organizzativo e marketing Luigi Larizza, che in questi mesi aveva contribuito a ridestare l’interesse della piazza con alcune iniziative mirate come la sponsorizzazione di “Caffè Barbera” per il singolo match con il Catania. Il manager, ex FC Messina e Brescia, con cui fino ad un anno fa aveva collaborato nel torneo di serie B, lascia il doppio incarico per inderogabili impegni professionali che non erano più compatibili con le esigenze dell’ACR. Nessun dissidio con la proprietà quindi, a differenza di quanto si era ipotizzato nei giorni scorsi.

I vice-presidenti dell'ACR Messina Gugliotta ed Oliveri

I vice-presidenti dell’ACR Messina Gugliotta ed Oliveri

Al termine del nuovo confronto con i vertici del club, il secondo in pochi giorni, è emerso i sei “dimissionandi” hanno deciso di fare un passo indietro. “Abbiamo una visione comune sul futuro della società sia dal punto di vista gestionale che sportivo”: questo in sunto il loro punto di vista. In queste ore la proprietà sta valutando l’interruzione del silenzio stampa, in vigore ormai da due settimane, e potrebbe convocare nei prossimi giorni una conferenza per ufficializzare il tutto. Era stato lo stesso presidente Natale Stracuzzi, oggi assente al faccia per faccia per impegni professionali, ad annunciare che presto sarebbe tornato a parlare alla città per fare chiarezza.

Commenta su Facebook

commenti