Raffaele: “La più bella partita della mia Igea. Avremmo meritato i tre punti”

CalcioUna fase di Igea-Turris

L’Igea Virtus si è dovuta accontentare di un pari nel confronto casalingo con la Turris. Al gol di Longo, a fine primo tempo, hanno replicato i corallini con Danucci. Qualche rimpianto per il tecnico Peppe Raffaele che però, in conferenza stampa, ha lodato la prestazione della squadra: “Credo che sia stata la più bella partita dell’Igea Virtus da quando siedo su questa panchina. E’ stata una prestazione eccezionale, sono entusiasta dei miei e il giusto premio sarebbero stati i tre punti. Nel calcio capitano però dei momenti in cui crei tantissimo ma non fai gol e poi magari subisci una rete su angolo, come avvenuto, a causa della fisicità degli avversari. Abbiamo poi anche rischiato su un paio di ripartenze nelle quali avremmo potuto incassare anche la beffa”.

Calcio

L’Igea fermata in casa dalla Turris

Il bilancio resta assolutamente al di là delle aspettative, con il sorprendente terzo posto a -2 dalla vetta. Raffaele è logicamente orgoglioso: “Nonostante una grande prestazione non sono arrivati i tre punti. Il campionato che l’Igea sta disputando è sin qui comunque strepitoso. Venivamo da una sconfitta inventata dall’arbitro, contro il Rende, attuale capolista, che in 11 contro 11 non aveva mai tirato in porta. E’ stata una settimana difficilissima. Ci mancano un uomo per sostituire Lescano ed anche un difensore. Questa è però la squadra che avevamo costruito in estate per arrivare fino a dicembre, mirando a cercare nella finestra invernale dei prospetti in linea con le idee e le possibilità economiche della società”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti