Raciti: “Potremmo adottare una strategia differente. Perez è fondamentale”

BaldeIbou Balde ancora a segno a Potenza (foto Gerry Coviello)

Dopo avere azzerato i dodici punti che la separavano dalla salvezza diretta, il Messina cerca il settimo risultato utile consecutivo in trasferta e magari un quinto blitz che potrebbe archiviare la pratica con largo anticipo. Il tecnico Ezio Raciti non si sbilancia, consapevole delle insidie: “Per me è uguale, perché ci sono sempre tre punti in palio. è una partita che fa parte del nostro percorso. Sarà difficilissima, contro una squadra molto forte, con giocatori importanti per la categoria. La Turris ha una classifica bugiarda rispetto alle potenzialità”.

tifosi Messina

I tifosi a torso nudo a Potenza (foto Pier Paolo Sacco)

Dopo mesi di rincorsa, il Messina è finalmente fuori dalla zona play-out: “È una finale, andremo a giocarcela a viso aperto, nella speranza di raccogliere quanto più possibile. L’ultima vittoria non cambia nulla perché non guardiamo la classifica. Avevamo fatto questo tipo di ragionamento, continuiamo a concentrarci sulla singola partita, una dopo l’altra. Alla fine dell’ultima gara guarderemo dove saremo, tireremo le somme e sapremo quanto siamo stati bravi”.

Tornano a disposizione Mallamo e Fofana e aumentano le opzioni in mezzo al campo: “Cercheremo anche noi di fare la partita come l’abbiamo preparata e come la vogliamo interpretare. Non possiamo subire sempre perché alla lunga ci troveremmo in difficoltà. Potremmo adottare una strategia diversa rispetto alle altre gare. Chi ha giocato domenica ha fatto bene e lo stesso gruppo aveva fatto lo steso anche nella gara precedente. Hanno avuto sette giorni per ricaricarsi, scioglieremo le riserve come sempre a ridosso del calcio d’inizio”. 

Fumagalli

Fumagalli sempre decisivo tra i pali (foto Gerry Coviello)

Dopo Kragl e Fumagalli, nelle ultime settimane stanno diventano un fattore anche Perez e Ragusa, gli altri colpi del mercato invernale: “Una squadra è composta da undici giocatori che devono trovare un equilibrio. Perez è fondamentale per il nostro scacchiere, anche se fino ad oggi ha realizzato poco. Poteva essere più fortunato ed avere già un paio di gol all’attivo. Fa tanto lavoro ed è sempre a disposizione dei compagni, è un giocatore importante. L’intero gruppo, non soltanto il pacchetto arretrato, svolge la fase di non possesso in modo ordinato. Si dividono i compiti e gli spazi da coprire, si applicano, hanno una fisionomia e un’identità e sono molto contento di questo”. 

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva.it, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma. Nel 2022 è maestro in una scuola primaria a Siena, dal 2023 assistente amministrativo in una scuola secondaria a Piacenza.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva.it, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma. Nel 2022 è maestro in una scuola primaria a Siena, dal 2023 assistente amministrativo in una scuola secondaria a Piacenza.
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com