Quinto acquisto per il Sant’Agata: torna il centrocampista Claudio Calafiore

Sant'AgataCalafiore e Cicirello in Dattilo-Sant'Agata: saranno compagni (foto Nino La Macchia)

Quinta operazione in entrata per il Sant’Agata, che si assicura il ritorno del centrocampista Claudio Calafiore. Classe 1995, palermitano, ma per tutti ormai santagatese d’azione, lo scorso anno ha militato in serie D con la maglia del Dattilo dopo aver trascorso in bianco azzurro due stagioni nel 2017/18 e nel 2019/20. Per il 26enne nell’ultimo torneo 27 presenze, con tre reti (contro Troina, Fc Messina e Licata) e tre assist.

Claudio Calafiore

Claudio Calafiore in azione con la maglia del Sant’Agata

Il club aveva già annunciato gli acquisti del portiere Francesco Cannizzaro, ex Savoia, del difensore Simone Giuliano, che ha disputato le ultime due stagioni in serie D con la maglia del Marina di Ragusa, e degli attaccanti Giovambattista Catalano, reduce dall’esperienza di Licata, e Alessio Faella, che arriva dall’Afragolese. Cinque anche le conferme rispetto al precedente torneo: i difensori Simone Brugaletta e Mirko Gallo, il centrocampista Vittorio Favo e gli attaccanti Fabio Alagna e Giorgio Cicirello.

“Sono contentissimo di tornare a casa, perché di questo si tratta – ha sottolineato Calafiore –. Ringrazio la società, che ha dimostrato di volermi fortemente. Queste non sono le classiche frasi fatte, ma parole che vengono dettate dal cuore ed esprimono al meglio il mio stato d’animo. Sono pronto e non vedo l’ora di cominciare questa stagione in serie D con il Sant’Agata. Prometto quello che ho sempre dato per questa maglia: sangue, sudore e sacrificio. L’unica cosa che spero è che finalmente questa pandemia ci dia una tregua affinché i nostri splendidi tifosi possano accedere al “Fresina” e darci ulteriore carica”.
The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma