Quando Orlando ci diceva: “Sarebbe bello riabbracciare Grassadonia…”

L'attaccante Luca Orlando in azione con la maglia dell'Aversa Normanna

Il suo nome continuava ad essere affiancato al Messina ormai da almeno due mesi. Il 23enne attaccante Luca Orlando è cresciuto infatti nel settore giovanile della Salernitana tanto caro a Gianluca Grassadonia, realizzando peraltro ben 24 gol in un biennio con la formazione “Primavera”, e le sue quotazioni sono in ascesa dopo alcune eccellenti stagioni tra i professionisti.

Un primo piano dell'attaccante Luca Orlando con la divisa della Paganese

Un primo piano dell’attaccante Luca Orlando con la divisa della Paganese

Lo Monaco e Ferrigno avevano manifestato il loro interesse già in occasione della Final Eight ospitata in Romagna, dove il Chievo ha conquistato a sorpresa il titolo italiano. Il suo agente d’altronde è Salvo Iodice, lo stesso di Vittorio BernardoLe 12 reti messe a segno nell’ultima stagione con la divisa dell’Aversa Normanna e le 16 siglate con la Paganese di Grassadonia nella Prima Divisione 2011/12 hanno suscitato l’interesse di numerosi club, anche di B.

L’attaccante è rimasto però senza squadra fino al 4 settembre, quando il Messina ha impresso alla trattativa, in precedenza soltanto abbozzata, l’accelerazione decisiva, anticipando sul tempo proprio l’Aversa Normanna, che sembrava esserselo assicurato. Nelle scorse settimane erano state invece CosenzaComo e Grosseto a compiere dei sondaggi con il suo procuratore.

Lo scorso 18 luglio Orlando dichiarava alla nostra testata: “È ovvio che se da Messina arriverà una proposta adeguata chiaramente finirà in cima alla lista dei desideri. Sarei contento di lavorare di nuovo con mister Grassadonia.

Luca Orlando celebra una rete realizzata con la maglia dell'Aversa Normanna

Luca Orlando celebra una rete realizzata con la maglia dell’Aversa Normanna

Orlando, originario di Salerno proprio come il tecnico del Messina, avrebbe potuto trasferirsi in riva allo Stretto già nove mesi fa: “A gennaio ne parlammo a lungo ma l’Aversa Normanna poi non mi liberò. La società d’altronde sperava ancora nella permanenza che poi abbiamo mancato nel finale di stagione. Avevo firmato un contratto biennale ma dopo la retrocessione ovviamente mi sono svincolato”.

La punta approda a Messina in discreta forma, dal momento che in estate si è allenato con altri calciatori senza contratto nell’Equipe Salerno“L’ho fatto anche l’anno scorso, quando poi trovai squadra a metà agosto. Preferisco tenermi in forma e giocare anche qualche partita con società professionistiche”. Con lui c’era anche Rino Iuliano, il portiere che poi il Messina ha riconfermato. In riva allo Stretto ritrova quindi un altro volto noto.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com