Proto: “Oggi nasce il Messina dei messinesi. I veri proprietari sono i tifosi”

Pietro Gugliotta e Franco ProtoIl saluto tra Pietro Gugliotta e Franco Proto (foto Alessandro Denaro)

Atteso come un parto complicato, dopo un travaglio infinito. Il nuovo Messina è finalmente nato e l’annuncio è proprio del nuovo presidente, Franco Proto, subito dopo la firma formalizzata nello studio del notaio Nunzio Arrigo: “Da oggi la città di Messina deve tornare a parlare di gol annullati, sostituzioni e rigori non concessi. Abbiamo tutti la necessità di divertirci, di rivedere il gioco del calcio. C’è bisogno di spettacolo, di tornare a vincere e perdere. Abbiamo un compito pesantissimo e la necessità di condividere questo momento di grande criticità con la comunità sportiva, i sostenitori, le Istituzioni e il mondo dell’informazione. Oggi nasce il Messina dei messinesi. I veri proprietari sono i tifosi“.

Franco Proto

L’imprenditore Franco Proto (foto Alessandro Denaro)

La trattativa sembrava chiusa già nella serata di martedì ma alla fine si sono rese necessarie altre tre ore di colloquio nella mattinata di mercoledì: “Per lunghezza e complessità questa è una trattativa paragonabile a quella tra il Milan e i cinesi o tra l’Inter e gli indonesiani. Difficoltà che non sono riconducibili a noi: eravamo pronti da maggio, poi avevamo modificato la nostra offerta ad agosto e lo siamo tuttora. Eravamo determinati, ci eravamo prefissi un impegno e un obiettivo. Vogliamo ridare a Messina la normalità che le spetta”.

L’1% va ai suoi tre principali collaboratori: “Non è una provocazione: è il mio abito mentale, aziendale e professionale. Manfredi, Formisano e Fiumanò sono stati determinanti, ci hanno creduto più degli altri, quindi era giusto farli partecipare con una quota simbolica. Loro sono attaccatissimi al Messina, hanno lavorato per la causa in modo disinteressata e fino a giugno non percepiranno niente. E’ un grande segnale che arriva da tre messinesi”.

Curva Sud

Bandiere, stendardi e cori nonostante il diluvio in Curva Sud

Dopo l’amarezza legata alla rimonta-beffa del derby con il Catania adesso bisogna ripartire per conquistare la salvezza, a cominciare dalla prossima gara con il Monopoli: “Il campionato dei conti è il più difficile. Ringrazio la squadra per la prestazione di domenica, per determinazione e partecipazione. Vincere non è come perdere, dobbiamo cominciare ad invertire la rotta e a cambiare atteggiamento, senza lasciare troppi spazi ai nostri avversari”.

Anche gli incontri istituzionali nella fitta agenda del nuovo presidente dell’ACR. Proto ha già conosciuto Pino e presto sarà la volta di Accorinti: “Ho conosciuto soltanto l’assessore allo sport. In settimana spero di andare a trovare il sindaco, che invito a scommettere su di noi. Dateci tempo, ritroveremo i gol, i risultati e i tre punti. A Messina dico di continuare ad investire su di noi, abbiamo bisogno di voi. Continuate ad assisterci, questo è un bene sociale, della città. Io sono uno strumento nelle vostre mani”.

Commenta su Facebook

commenti