Promozione – Il Pistunina piega solo “al fotofinish” un buon Ghibellina

Mario Foresta mentre lascia partire la palla vincente per La Speme (scatto di R.S.)
  • Ghartey assieme a De Maria, ricoverato al Policlinico in attesa di essere operato

    Ghartey assieme a De Maria, ricoverato al Policlinico in attesa di essere operato

Successo al cardiopalma per il Pistunina che, due minuti oltre il 90’, quando ormai il Ghibellina pregustava un pareggio che non avrebbe affatto demeritato, va a pescare tre punti quasi insperati grazie a una zampata del solito Luca La Speme. Il bomber, sebbene non al meglio della condizione per via del persistente problema alla coscia destra, è stato lanciato nella mischia da mister Miano già dopo soli 38’, nel tentativo di dare verve a una manovra poco incisiva. Ha pesato l’assenza del “metronomo” Nino De Maria (a cui la squadra rossonera ha dedicato questa vittoria, andandolo a visitare subito dopo la partita al Policlinico di Messina, dov’è ricoverato in attesa dell’intervento di domani), ma potrebbero aver influito la fatica infrasettimanale del mercoledì di Coppa Italia vittorioso sul Città di Milazzo, unitamente alla buona disposizione in campo della formazione avversaria.

Mario Foresta mentre lascia partire la palla vincente per La Speme (scatto di R.S.)

Mario Foresta mentre lascia partire la palla vincente per La Speme (scatto di R.S.)

Il tecnico ospite Santino Errante, non in panchina poiché squalificato, ha infatti affollato il reparto centrale con un modulo 3-5-2 nel quale spesso ripiegava persino la seconda punta Rosario Morabito, tanto per supportare i compagni quanto per avviare le ripartenze che, sia pure senza sbocchi conclusivi, lo vedevano spesso duettare con il riferimento avanzato Alessio Naccari. Sta di fatto che, soprattutto nella prima frazione, la gara è apparsa bloccata a centrocampo: unici spunti degni di nota un tentativo di Morabito (bella la preparazione ma “telefonato” il tiro) e una conclusione di Monaco

Il centrocampista del Ghibellina Ciccio Monaco (scatto di R.S.)

Il centrocampista del Ghibellina Ciccio Monaco (scatto di R.S.)

(24’) che dalla trequarti sinistra tenta una conclusione a parabola: la sfera, sospinta dal vento in direzione monte-mare, cambia traiettoria andando a sfiorare la traversa

La ripresa: dopo 3’ Fabio Campo verticalizza a sinistra per Ciccio Ingemi, perfetto il suo traversone per Prezioso Ghartey che, da non più di mezzo metro, in elevazione impatta la sfera incredibilmente oltre la traversa.

Al 14’, però, il “coloured” messinese si fa perdonare: Campo si accentra e serve Minissale, da questi invito in corridoio per La Speme la cui doppia conclusione viene ribattuta prima dal portiere Parisi in uscita e poi da Bonaffini sulla linea di porta, ma nell’area piccola è in agguato Ghartey  che stavolta non perdona (1-0). Per Prezioso si tratta del quarto gol nel girone B di Promozione che, aggiunto ai 5 di Coppa Italia, danno un totale di nove marcature stagionale.

Prezioso Ghartey festeggiato dopo la prima rete (scatto di R.S.)

Prezioso Ghartey festeggiato dopo la prima rete (scatto di R.S.)

A questo punto il mister ospite Errante lancia nella mischia due forze fresche come il difensore Gismondo e il centrocampista Constantin Ghilan, appena rientrato dalla Romania, piazzato davanti alla difesa. Il Ghibellina non demorde e al 28’ trova il pari con Rosario Morabito che, dopo un batti e ribatti, appena all’ingresso dell’area avversaria, trova tra una selva di gambe il rasoterra giusto per infilare l’angolino basso alla destra di Paolo Di Pietro (1-1)

Il trainer del Ghibellina Errante, squalificato, segue il match da una torretta sopra le panchine (scatto di R.S.)

Il trainer del Ghibellina Errante, squalificato, segue il match da una torretta sopra le panchine (scatto di R.S.)

Dal 34’ la squadra ospite rimane in dieci per il secondo cartellino giallo, con la conseguente espulsione del giovane centrocampista Salvo autore di un’entrata fallosa a metà campo. Nel tentativo di proteggere il pareggio, Errante toglie la seconda punta Morabito e inserisce Antonio Bonamonte (terzo e ultimo cambio). Negli ultimi minuti la pressione del Pistunina si fa più insistente e, nel secondo dei quattro minuti di recupero decretati dal catanese Salvatore Contrafatto (buona, come sempre avviene da queste latitudini, la sua direzione di gara), va a pescare il gol partita con una zampata sottomisura di La Speme su cross basso da destra di Foresta.

PISTUNINA-GHIBELLINA 2-1

PISTUNINA: Di Pietro P., Espinosa, Campo, Foresta, Angrisani, Angerame, Ghartey P., Durante (41’st Munafò D.), Minissale (22’st Ginagò), Ingemi, Briguglio (38’pt La Speme). All. Nello Miano.

GHIBELLINA: Parisi, Furnari A., Sanfilippo, Bonamonte G. (22’st Ghilan), Bonaffini (20’st Gismondo), Monaco, Grioli, Cambrìa R., Naccari Al., Morabito R. (38’st Bonamonte A.), Salvo. All. Santino Errante (squalificato).

ARBITRO: Contrafatto di Catania (Assistenti Soraci di Catania e Salamìta di Barcellona Pozzo di Gotto).

RETI: 14’st Ghartey P., 28’st Morabito R., 47’st La Speme.

NOTE: espulso al 34’st Salvo (somma di ammonizioni). Corner 4-0 per il Pistunina. Recuperi 1’ e 4. Rettangolo di gara sferzato da un gelido e, a tratti, impetuoso vento di maestrale.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti