Progetto Club, la selezione Under 14 accede alla fase regionale dove affronterà Cefalù

Progetto Club Amatori

Di seguito pubblichiamo integralmente il comunicato emesso dal Responsabile Tecnico del progetto Club Guido Restanti che risponde al precedente comunicato diramato dalla società Lions Messina e pubblicato in data 10 aprile 2018 sul nostro portale:

I ragazzi dell’Under 14 dell’Amatori Messina targato Progetto Club e allenato da coach Restanti conquistano matematicamente il secondo posto che permette l’accesso alla fase regionale, secondo posto già da tempo assicurato, in realtà. Quello a cui si puntava era cercare di conquistare il primo posto nel terzo incontro che vedeva nuovamente, nella fase a orologio, lo scontro in casa dei Lions Messina, vista la migliore differenza canestri -tra le prime due della classe. Incontro giocatosi sabato 6 aprile nella palestra di Ritiro che ha visto vincere i padroni di casa per 69 a 42. Una partita combattuta punto a punto per due quarti, conclusi 10-9 il primo e 13-12 il secondo, che mandava le squadre nello spogliatoio per l’intervallo lungo, sul punteggio di 23-21 per i padroni di casa. Nel terzo quarto, la Lions si presentava in campo con una zona che metteva in ovvia difficoltà i giovani dell’Amatori che non trovavano il bandolo della matassa per scardinare il fortino della Lions chiusi dentro il pitturato. A quest’età infatti, il tiro da fuori non è una soluzione con percentuali ottimali. Così, con un quarto chiuso 32-11 i Lions ipotecavano il successo. Nell’ultimo quarto, malgrado i Lions continuassero a restare chiusi dentro l’area, Arcidiacono e compagni riuscivano in qualche modo a penetrare limitando il passivo a soli 4 punti, chiudendo il quarto a 14-10.

Guido Restanti (Progetto CLUB)

Una sconfitta questa che lascia un po’ di rammarico a me e ai miei ragazzi che, se non possiamo dire di aver dato il massimo – dichiara coach Restanti –restiamo comunque soddisfatti del campionato fin qui disputato e di una stagione di grande crescita individuale e di squadra. Il Progetto Club, a dispetto delle affermazioni di qualcuno, nasce per oggettiva carenza numerica di atleti nelle tre società coinvolte (Amatori-Life-Ganzirri) e non, come qualcuno tenta di insinuare, come “selezione dei migliori giovani” perché una selezione presuppone un’ampia opportunità di scelta e l’esclusione di qualcuno a favore di un altro, cosa assolutamente falsa.  Qui si parla – continua l’allenatore peloritano – di un organico, al completo delle tre società, di soli sei atleti (!); l’Amatori 2, la Life 3 (di cui, due assenti sabato) il Ganzirri 1 (che ha cominciato a giocare da quest’anno). A questi sono stati aggregati ragazzi del 2005, tutti impegnati con il campionato under 13; con un numero così esiguo di atleti, non credevamo di poterci mai giocare il primo posto contro una corazzata come i Lions contro cui lo scorso anno avevamo perso 3 volte su 3 (all’andata addirittura 100-8, al ritorno 35-65 e  nella fase a orologio 68-14). Se quest’anno eravamo sicuri di diminuire il gap, non potevamo aspettarci addirittura di vincere una partita di 5 lunghezze, per quanto gli avversari fossero privi di un giocatore importante, ma nel basket non sarà certo un singolo atleta a fare la differenza”.

Logo Progetto Club

“Per le stesse motivazioni di cui sopra – prosegue Restanti – quest’anno c’è stato l’ingresso della Mia Basket nel Progetto Club, relativamente ai 2003 che io alleno. Si è così inserito nel gruppo anche il 2004 Gabriele Gugliemo e, dalla penultima giornata di campionato, Smedile e Muscolino del Basket School che non partecipavano al campionato under 14 con la propria società, ragazzi questi con prospettive interessanti ma sicuramente, come i nostri, non ancora pronti, una scelta dettata dalla necessità di poter affrontare al meglio la fase regionale presentandoci almeno in 10. Un gruppo su cui speriamo adesso di poter lavorare per affrontare questa seconda fase nel migliore dei modi e proseguire per gli anni a venire”.  

Oltretutto – conclude Restanti –  ancora più incomprensibile mi sembra la censura mossa all’operato del Progetto Club visto che proprio dai Lions era giunta una richiesta per Gabriele Gugliemo e Giuseppe Smedile, richiesta non esaudita dalla società di appartenenza dei due atleti. Non capisco quindi certe affermazioni in merito alle fattive collaborazione tra società, in questa città non si riesce mai a crescere proprio perché anziché cercare di collaborare si sollevano polemiche poco costruttive e basate su argomentazioni risibili. Bisogna crescere tanto da questo punto di vista”.

Adesso il Progetto Club è atteso da altre due partite della fase ad orologio per poi pensare all’avversario della fase Regionale, la Zannella Cefalù, squadra prima classificatasi nel girone Palermitano.

Lions Basket – Progetto Club Amatori 69–42

Parziali: 10-9;  13-12;  32-11;  14-10

Progetto Club – Amatori:  Passarello 10, Smedile 4, Muscolino 4, Raffa 4, Gugliemo 9, Brunaccini, Zanghì, Migliorato 1, Arcidiacono 10.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com