Primo pari per il Ragusa, poker Sant’Agata. Spettacolo Milazzo al “Salmeri”

Sant'AgataIl Sant'Agata ha superato il Carlentini con un netto 4-0

Dopo sette giornate da sogno il Ragusa ha interrotto la sua serie inarrestabile di vittorie. La formazione di Settineri ha infatti raccolto un solo punto nello scontro diretto giocato contro il Giarre, che ha conquistato l’ottavo risultato utile consecutivo rimontando una rete di svantaggio. La sfida dell’Aldo Campo è stata aperta in favore dei padroni di casa da Savasta, bravo e fortunato nel conquistare un pallone in area dopo un clamoroso errore di Colonna.

Il pareggio dei gialloblu è arrivato soltanto a dieci minuti dalla fine, quando Capitao ha raccolto un pallone di Abate dentro l’area di rigore, sparando alla perfezione la conclusione che è valsa l’1-1. Si avvicina alla prima posizione in classifica il Paternò, che ha messo a referto la sua sesta vittoria stagionale battendo l’Acicatena, a secco di punti da cinque giornate consecutive. Al Falcone-Borsellino la gara è stata decisa da una doppietta di Carioto a cui si è aggiunta, nel finale di secondo tempo, la rete messa a segno su calcio di rigore da Dama, che ha mandato ufficialmente il punteggio sul 2-1.

Rosolini

Il Rosolini ha ancora una gara da recuperare

Guadagna punti in attesa di recuperare la settima giornata il Rosolini, che senza problemi ha superato un disastroso Gela, peggior attacco (1) e peggior difesa del torneo (26), con un netto 4-0. Il match del Consales è stato un monologo dei granata, andati in gol rispettivamente con Covato, Di Dio, Agudiak e Ricca. Con lo stesso risultato il Sant’Agata ha ritrovato la vittoria dopo il ko di Giarre, dimostrando la propria forza contro il Carlentini davanti al pubblico del Fresina. Il solito Cicirello ha aperto le danze dopo solo tre minuti, mentre il raddoppio è stato firmato da Calafiore, ripetutosi anche ad inizio ripresa in occasione del 3-0. All’ora di gioco Iraci ha chiuso la sfida per gli uomini di Ferrara, adesso a quota diciotto punti in classifica.

Il terzo poker di giornata l’ha calato il Santa Croce, che ha condannato l’Atletico Catania alla settima sconfitta stagionale. La formazione ragusana è volata a quota sedici grazie alla doppietta siglata da Leone e alle reti messe a segno da Floridia e Reinero. Offre spettacolo anche il Milazzo, che al Marco Salmeri ha rifilato una sonora sconfitta allo Sporting Pedara, dimenticandosi del passo falso compiuto una settimana fa a Carlentini. La formazione allenata da Antonio Platania è stata trascinata dalle doppiette di Mancuso e Tricamo e dalla rete di Recupero, mentre per la compagine etnea i gol di Inserra e D’Emanuele sono stati utili solo per le statistiche.

Ragusa

Il Ragusa, dopo sette vittorie consecutive, ha conquistato un punto contro il Giarre

Risale la classifica anche il Palazzolo che, in trasferta, ha battuto con due reti un’Enna sempre più in crisi, ancora bloccato nelle zone basse con un solo punto conquistato. Chiude infine il programma dell’ottava giornata Mascalucia San Pio X – Real Siracusa Belvedere, terminata 2-1 in favore degli etnei, adesso leggermente più distanti dalla griglia play-out.

I risultati dell’ottava giornata.
Mascalucia San Pio X-Real Siracusa Belvedere 2-1
Milazzo-Sporting Pedara 5-2
Rosolini-Gela 4-0
Sant’Agata-Carlentini 4-0
Enna-Palazzolo 0-2
Paternò-Acicatena 2-1
Ragusa-Giarre 1-1
UPD Santa Croce-Atletico Catania 4-0

Paternò

Il Paternò si mantiene a poca distanza dalla vetta

La classifica aggiornata: Ragusa 22; Paternò 20; Rosolini 19; Giarre e Sant’Agata 18; Santa Croce 16; Palazzolo, Carlentini e Milazzo 11; Real Siracusa Belvedere 10; Mascalucia San Pio X 9; Acicatena e Sporting Pedara 4; Enna e Atletico Catania 1; Gela 0.

Il programma della nona giornata (10 novembre).
Acicatena-Mascalucia San Pio X
Atletico Catania-Enna
Carlentini-Ragusa
Sant’Agata-Milazzo
Gela-Paternò
Giarre-Rosolini
Real Siracusa Belvedere-UPD Santa Croce
Palazzolo-Sporting Pedara

The following two tabs change content below.
Filippo D'Angelo

Filippo D'Angelo

Passione sfrenata per il calcio ed il giornalismo. Sogna di diventare telecronista sportivo e nel frattempo è voce di un programma radio e firma di più testate online

Commenta su Facebook

commenti