Piero Lepro Group in tripudio. Spadafora conquista il palcoscenico nazionale

SpadaforaSpadafora in C Unica

Passano gli anni e mutano le situazioni ma la regina del movimento cestistico regionale per il secondo anno consecutivo si conferma essere nuovamente la Piero Lepro Group Spadafora del patron Lepro che con pochi aggiustamenti e senza sconfessare il suo credo, rivolto alla valorizzazione dei giovani locali e con la solidità della squadra navigata, ha monopolizzato il torneo di serie C Regionale, arrivando a conquistare il pass per l’ambita serie C Unica del prossimo anno.
Poco da dire ad una squadra che ha inanellato 21 successi a fronte di una sola sconfitta, 39 su 40 se si tiene conto anche della precendete passerella nel campionato di serie D. Eppure nessun giocatore del team tirrenico ha allentato la tensione e con la concentrazione di una finale è stato giocato anche l’ultimo impegno della stagione, ovvero il derby casalingo contro l’Amatori Messina in un palasport pieno di passione, colori e ricolmo d’entusiasmo. La cronaca della partita vede gli Spartans partire a mille all’ora e chiudere la partita nei primi due quarti di gioco, concedendo appena 19 punti complessivi a Messina e attuando in campo il solito diktat, un gioco veloce e di squadra. Il 43-19 al 20’ sapeva già di fine anticipata dei giochi con l’Amatori che mostrava ugualmente la verve di numerosi giovani di prospettiva (Rizzo e Di Mauro) mentre i locali di coach Maganza non soffrivano per nulla l’assenza contemporanea di due assi come Contaldo e Busco. Con le doppie cifre di Vento, Mobilia, Colosi, Barbera e Stuppia gli ultimi due quarti si dimostravano una pura formalità, nell’attesa del suono della sirena che ha fatto da prologo alla grande festa finale. I meriti vanno ad un intero collettivo che non ha mai tradito le attese di una piazza che sempre più si sta innamorando di questa disciplina sportiva anche grazie alla serietà del progetto allestito dalla compagine giallonera.

Il roster di Spadafora

Il roster di Spadafora che ha monopolizzato la C Regionale

E’ stato il tecnico Maganza a fine gara a ringraziare uno per uno tutti gli attori di quest’impresa sportiva che verrà ricordata a lungo negli annali della società. “Grazie a Marco Busco, Ivan Stuppia, Carlo Contaldo, Antonio Barbera, Enrico Mobilia, Benedetto Molino, Francesco Colosi, Nino Vento, Alessio Nomefermo, Paolo Scibilia, Davide Squadrito, Alessio Sindoni, Fabrizio Esposto, Vittorio Gerbino, Luca D’Angelo, Samuele Maiorana. Un pensiero al presidente Piero Lepro, agli sponsor, ai dirigenti Vincenzo Venuto, Giuseppe Amato, Salvatore Celona, Salvatore Bertino al dottore Stefano Squadrito. Un elogio al mio amico Riccardo Giambò che mi ha sempre sostenuto ma scusate se questo campionato principalmente lo dedico a mia moglie e mio figlio che hanno sopportato continui sacrifici”.
Clima di festa ed una gioia incontenibile quindi, la programmazione può attendere anche se la sensazione è che pure in C Nazionale Spadafora farà le cose per bene e dirà la sua al tavolo delle pretendenti.

Pieroleprogroup Spadafora -Amatori Messina 76-53
Parziali: 23-11; 20-8; 16-19; 17-15
Spartans: Barbera 19, Esposto, Squadrito, Scibilia 3, Vento 13, Sindoni, Mobilia 14, Stuppia 13, Colosi 11, Molino 3, Nomefermo, Maiorana. All: Maganza
Amatori: Mondello, Spanò, Rizzo 11, Restuccia L. 12, Maggio 2, Irrera, Di Mauro 7, Casablanca, Restuccia S. 4, Valitri 13, Sciliberto. All: Maggio
Arbitri: Miragliotta e Vizzini

Commenta su Facebook

commenti