Per l’Amatori c’è il derby dello Stretto all’esordio in campionato

Amatori Rugby

C’è entusiasmo in casa Amatori Rugby Messina per l’esordio nel campionato di Serie B, girone D. All’orizzonte una sfida stimolante, contro l’Asd Reggio Calabria. Si gioca domenica, alle 15,30, allo stadio San Cristoforo. Una trasferta che per la squadra del presidente Nello Arena è carica di significati.  La formazione biancorossa si presenta, infatti, in buona parte rinnovata e con un allenatore, l’argentino Daniel Antonio Insaurralde, che ha rivoluzionato la preparazione ed i metodi di lavoro. Sul fronte opposto la rosa del coach Scott Palmer è di tutto rispetto, con importanti rinforzi operati tra le sue fila, tra cui l’ex Amatori Girolamo Bombaci, oltre a Stefano Canale (fratello di Gonzalo, elemento della Nazionale) e Fabrizio Gaito dal Cosenza, insieme ad un paio di giovani. La società calabrese, rinnovata nella presidenza, assunta da Demetrio Mannino, e in parte nella dirigenza, punta ad un campionato tranquillo, cercando di guadagnare la salvezza e di crescere nel prossimo biennio.

L'Amatori in allenamento

L’Amatori in allenamento

“Reggio Calabria rimane un avversario temibile – afferma l’allenatore biancorosso Insaurralde – ma noi abbiamo tutte le carte per far bene e ce le giocheremo fino in fondo, anche perché in questo campionato, diviso in due poule per girone, non ci sono margini per compiere grossi errori. In questo momento non possiamo fare grandi proclami, ma di certo sappiamo di avere ottime potenzialità per puntare al piazzamento in classifica che ci permetta di accedere alla poule promozione nella seconda fase della stagione”. Da quest’anno, infatti, il Campionato Fir è suddiviso in due gironi territoriali e solo le prime tre classificate in ambedue i gruppi nel corso della prima parte della stagione potranno disputare la poule promozione a sei squadre. Gli altri match di domani del Campionato di Serie B, girone D, poule 2 sono Amatori Catania-Svicat e Benevento-Padua Ragusa.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti