Partita di rara intensità a Ritiro. Il Castanea batte l’Adrano e non si nasconde più

CastaneaCastanea-Adrano

Dopo una maratona di oltre due ore il Castanea Basket batte col supporto dei suoi tifosi il quotato Sporting Club Adrano in una gara avvincente dal primo all’ultimo minuto. 80-76 il finale di una sfida che i gialloviola, 4 su 4 nel 2018, hanno subito messo sui binari a loro congeniali (più 15 nel primo quarto) e che nel finale si era compicata sotto la grande rimonta etnea. Successo con le firme dei sontuosi Calarese, Di Dio e Russell (70 punti in tre), ma tutta la squadra è in crescita ed adesso sogna legittimamente l’accesso playoff anche se non sarà un’impresa facile.

Si parte col quintetto composto da Di Dio Leonardo, Calarese, Alu Diallo, Marabello e Russell opposti a Russo, Ricceri, il funambolico Ennis Whatley (un lusso in certi frangenti per la D, suo padre ex giocatore Nba di Washington e compagno del mito Michael Jordan) e Mauro Bascetta.

Gara importante ed energia senza freni in campo; il Castanea parte alla grande, da grande squadra col 18-3 frutto di tre triple di Di Dio, i liberi di Calarese, il gioco da tre punti di Russell ed annessa stoppata mentre Adrano è solo Whatley. Russo, Bascetta e Pennisi rilanciano i suoi con Adrano che risale a meno cinque mentre il Castanea è insolitamente falloso ai liberi. Il finale di primo quarto è tutto di marca locale con un super Marabello che segna quattro punti, tra cui il canestro sulla sirena dopo rimbalzo offensivo (24-16).

Castanea

Fase di gioco Castanea-Adrano)

Alla ripresa Adrano si schiera a zona 2-3. L’eterno grasso si fa vedere, ottimo l’impatto di Bonanno che segna e aiuta la circolazione di palla in attacco; il gigante Molodovs è frenato dai falli ma i compagni lo supportano. Calarese è perfetto in regia e risponde ai punti di Mauro Bascetta (29-21). Coach Morelli ruota i suoi che gioiscono per la schiacciata di Whatley del meno tre ma la forza del Castanea è di non disunirisi mai. Un contro break di 8-5 da il riallungo dei messinesi firmato da Calarese (zingarata mancina col fallo), Russell con schiaccione (17 punti per lui). Al 20’ 39-33 e gara molto interessante.
Si riparte e Di Dio pesca la quarta tripla specialità della casa (44-33), l’ex Acireale Pennisi reagisce dall’arco e ai liberi. Bascetta torna a segnare ma c’è sempre Calarese a dare certezze al Castanea. Russell è glaciale a cronometro fermo mentre Whatley pur parzialmente limitato dai miss match di casa quando può fa vedere tutto il suo grande potenziale per questo campionato dove può coprire quattro ruoli in campo (48-42). Il pareggio arriva a quota 50 con l’americano di Adrano dopo rimbalzo offensivo ma il Castanea davanti al suo pubblico vuole il successo di spessore e Calarese, Marabello e Di Dio rialzano le quotazioni dei locali. Ad un secondo dalla fine del quarto fallo su tiro da tre di Pennisi che fa 3 su 3 e fissa il 55 pari al 30’.

Ultimo quarto palpitante dove usciranno per falli i fratelli Bascetta e i coach gestiranno i gravati uomini dei due roster. Russell sciorina la sua migliore prova casalinga ma Grasso pesca due punti di esperienza (60-57). La quinta tripla di Di Dio infiamma Ritiro, Pennisi è on fire ma Calarese insacca quattro punti e rimane un rebus irrisolvibile per la difesa etnea (67-59). Più otto con Di Dio ma Adrano ricuce in modo graduale, Whatley compie due magie aiutato dal ferro, Calarese sembrerebbe dare la staffa al match anche perché lo Sporting sbaglia quattro tiri liberi di fila ma Whatley ripulisce tutti i rimbalzi offensivi. Capitan Frisone chiamato in causa regala un assist d’oro per Rusell del 73-67  ma ancora Whatley con straripante fisicità segna cinque punti da solo per il meno uno. A meno di due minuti dalla fine Di Dio non sbaglia i liberi del nuovo possesso pieno, l’antisportivo a Pennisi e i liberi di Bonanno sembrano decretare la fine ma anche Di Dio commette un antisportivo e Russo e Bascetta firmano un prezioso 77-76. La gara si decide in lunetta con Calarese (1/2) perché nell’ultima azione utile Adrano perde palla spedendo la sfera in tribuna. Finale suggellato da Calarese che chiude a 29 punti personali. Festa grande a metà campo, il Castanea adesso è rinato e sogna in grande con una splendida rimonta in classifica che la vede nel lotto delle migliori formazioni del girone. Testa bassa e concentrazione ai prossimi impegni, si parte con la difficile trasferta di Acireale dove si proverà a mostrare nuovi confortanti progressi.

Castaena

La gioia del Castanea

CASTANEA MESSINA-SPORTING CLUB ADRANO 80-76
PARZIALI: 24-16; 39-33; 55-55
CASTANEA: Bonanno 4, Calarese 29, Di Dio 24, Di Dio Busà, Diallo Alha, Diallo Alho, Frisone, Marabello 6, Molodovs, Marcus 17, Spadaro. All. Frisenda.
SPORTING CLUB ADRANO: Bascetta M. 2, Russo 7, Narcisi ne, Ricceri 3, Bascetta V. 7, Whatley 31, Bulla 3, Pennisi 18, Grasso 5, Amoroso. All. Morelli.
ARBITRI: Mucella e Gazzara di Messina.

Commenta su Facebook

commenti