Panarea ospita l’evento “Chiedi scusa alla medusa”, da un’idea di Cristina Grazioli

"Chiedi scusa alla medusa" è il tema dell'evento promosso dalla "Fondazione Raya"

La “Perla delle Eolie” ospita il primo laboratorio di riciclo creativo nato da un’idea dell’artista Cristina Grazioli, da sempre attenta alle tematiche ambientali. Nativa di Milano ma residente ormai da diversi anni a Roma, dove realizza gioielli e complementi d’arredo ispirandosi alle forme della natura, la Grazioli, in una continua sperimentazione e ricerca, lavora con materie reinventate come il vetro, il rame e l’argento che divengono parte del suo racconto fatto di colore, movimento e armonia.

La locandina dell’evento

“Chiedi scusa alla medusa” è il tema dell’evento promosso dalla “Fondazione Raya” che si svolgerà domenica 25 agosto, alle ore 20, presso la piscina del “Raya Hotel” di Panarea. È già in corso, invece, il laboratorio di riciclo creativo. Cristina, Viola e Mara Grazioli insegneranno ai bambini dai 4 ai 10 anni a realizzare piccole meduse con l’utilizzo di bottiglie di plastica, e spiegheranno origini e peculiarità di questo temuto ma al tempo stesso affascinante animale planctonico appartenente al phylum degli Cnidari. Durante gli incontri, verrà spiegato, sotto la speciale supervisione del fotografo subacqueo Francesco Sesso, l’approccio alle meduse nel loro habitat naturale, nella splendida spiaggia di Cala Junco di Panarea.

Previsti anche diversi interventi, tra cui quelli dei biologi Laura e Stefano Acunto e di Federica Tesoriero, membro dell’associazione “Noi di Panarea”. Spazio poi alle suggestive proiezioni fotografiche del pluricampione italiano di fotografia subacquea Francesco Sesso, cosentino di nascita ma panarellese d’adozione, che tra meno di un mese rappresenterà l’Italia ai campionati mondiali di foto-sub.

Commenta su Facebook

commenti