Palma: “Vogliamo farci trovare pronti”. Coria: “Il modulo non è un problema”

Giuseppe PalmaGiuseppe Palma in azione in allenamento a Bisconte

Quarta domenica senza impegni ufficiali per il Fc Messina, che prosegue la preparazione in vista del ritorno in campo previsto per il 6 dicembre al “Franco Scoglio” contro il Marina di Ragusa. A fare il punto sul momento dei giallorossi è il centrocampista Giuseppe Palma, match winner lo scorso 1 novembre a Rende: “In questa sosta con il mister stiamo cercando di progredire e crescere, sostenendo qualche test in famiglia. È importante farsi trovare pronti alla ripresa del torneo per far sì che l’obiettivo più importante si concretizzi”. 

Arena e Palma

Il presidente Rocco Arena e il centrocampista Giuseppe Palma

L’ex calciatore della Turris era stato decisivo anche all’esordio con il San Luca: “Sono molto contento sia a livello personale che di squadra perché sto aiutando il collettivo a vincere queste sfide. Quest’anno ho iniziato bene con due gol in sei partite mentre gli altri anni mi sono attestato sui cinque gol complessivi. Posso migliorare questo score ma conta principalmente l’obiettivo del collettivo”. 

Dal mercato sono arrivati due importanti innesti in attacco e in mezzo al campo, come si è visto proprio a Rende con l’assist di Agnelli: Barcos e Cristian non li scopro certo io. Sono due innesti di assoluta qualità ed esperienza, che ci daranno una mano e testimoniano la volontà di fare bene da parte della società. Agnelli è più avanti dal punto di vista della condizione ma Hernan negli ultimi trenta metri ha una qualità tecnica incredibile”.

Giuseppe Palma

Il centrocampista Giuseppe Palma in azione contro il Troina

Il ritorno in campo sarà un’incognita che comunque i giallorossi attendono ormai con ansia: “Giocare la domenica è la cosa più importante per noi giocatori. Spero che risolvano presto la questione dei protocolli, avvicinandoli magari a quelli della Lega Pro. Speriamo di ripartire da dove eravamo rimasti”. 

Il mese di stop dovrebbe consentire finalmente il recupero del fantasista Facundo Coria: “Adesso finalmente sto meglio, ma mi porto da qualche mese una botta che ho subito prima dell’inizio della stagione attuale. Mi è rimasto un edema osseo ma piano piano sto ritrovando la forma. Voglio dare una mano ai miei compagni sin dalle prossime partite di campionato”. 

Coria

Facundo Coria ha giocato fin qui soltanto due gare su sei (foto Familiari)

Il calciatore argentino ha saltato le ultime quattro gare, dopo avere segnato all’esordio con il San Luca. Nella prima annata in riva allo Stretto le marcature erano state sei, con quattro assist, in venti presenze: “Sono contento di essere rimasto qui con il Fc Messina per il secondo anno consecutivo. Sono arrivati ragazzi forti e credo che abbiamo più possibilità per raggiungere il nostro principale obiettivo”. 

Il nuovo tecnico Rigoli sta testando vari moduli e Coria si è messo a disposizione: “In attacco mi trovo bene vicino all’ala destra, per cui non credo sarà un problema. Il mister già conosce il mio modo di giocare. Darò a lui la mia massima disponibilità tattica per soddisfare le sue esigenze”.

Servirà comunque grande applicazione, considerata la presenza di big come Acr Messina e Acireale e di sorprese come la Cittanovese: “Vogliamo fare bene, stiamo lavorando per questo. Siamo tranquilli, anche se la stagione sarà molto lunga. Di certo dovremo lavorare tanto perché nessuno regala nulla”. 

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva