Pallavolo Messina, che impresa: è salvezza in extremis

La festa dopo la salvezza

La Pallavolo Messina compie il miracolo e mantiene il tanto sudato titolo di B1. Dopo una stagione travagliata, densa di ostacoli e costellata di infortuni, i leoni giallorossi sono stati in grado di strappare la salvezza durante l’ultima giornata di campionato. Dopo aver passato gran parte della stagione in posizione utile per il mantenimento della serie, qualche settimana fa sono scivolati all’ultimo posto in classifica ed hanno dovuto fare a meno dell’alzatore Luca Degli Esposti, infortunato. Eppure in piena emergenza, questa giovanissima squadra siciliana è riuscita a compensare con il cuore e la passione la carenza di esperienza nei campionati nazionali. E mentre il Martina Franca – avversario nella sfida retrocessione – esce sconfitto dall’incontro con il Deseta Cosenza, la Pallavolo Messina conquista a Cercola tre punti fondamentali (22-25, 21-25, 17-25) contro l’Almamater Casandrino e si aggiudica il decimo posto per il migliore quoziente set.

Almamater-PallavoloMessina«Nonostante tutte le difficoltà di questo campionato, alla fine sono prevalsi il coraggio, la forza di volontà e l’abilità di questa società – così l’allenatore della Pallavolo Messina Flavio Ferrara nel post-gara -. Siamo stati bravi a tenere duro sino alla fine, mantenendo la determinazione a voler centrare l’obiettivo finale, senza pensare agli altri. In questa gara siamo stati sempre stati in vantaggio sui nostri avversari, dimostrando di saper stare sul pezzo. Il duro lavoro fatto in settimana, lo studio approfondito dell’avversario, grazie alla collaborazione di tutto lo staff tecnico, come il secondo allenatore Antonio Locandro, hanno dato i loro frutti. Le motivazioni erano certamente differenti ed abbiamo fatto proprio ciò che ci si aspettava da noi in una partita del genere: vincere. Abbiamo vinto una vera e propria sfida – continua Ferrara -, che tutti noi abbiamo accettato al momento dell’iscrizione al campionato di B1. Sono felice e non posso che ringraziare la società Pallavolo Messina, tutto lo staff e questi meravigliosi  ragazzi che dopo la vittoria contro il Potenza hanno ripetuto il miracolo, credendoci fino in fondo. Questa è una vittoria per il mondo sportivo messinese tutto. Siamo la dimostrazione che quando un meccanismo funziona ed è sincronizzato, si possono compiere grandi imprese. E soprattutto abbiamo vinto la scommessa di puntare su giovani del territorio, che da settembre ad oggi hanno portato avanti un importante percorso di maturazione e di crescita personale e sportiva. E la Pallavolo Messina è cresciuta tanto in questi otto mesi ed oggi abbiamo conquistato la salvezza sul campo».

Giorgio Muscolino

Giorgio Muscolino

 «Sono felice più di quando abbiamo conquistato la promozione in B1 – racconta il presidente Giorgio Muscolino – perché tutti i dirigenti di questa società hanno compiuto un grande sacrificio per portare fino in fondo questo campionato e raggiungere un obiettivo che, a chi ci guardava dall’esterno con sguardo interrogativo, sembrava irraggiungibile. Quindi grazie a tutti, al volto storico della Pallavolo Messina, Gigi Guerrera, a Nuccio Muscolino ed al direttore generale Roberto Bombara, ma anche Antoci, Ministeri, Famà, Bossa, Giglio e Russello. Grazie anche allo staff medico ed ai dottori Speciale e Lento, che abbiamo fatto lavorare tanto. Grazie a Flavio Ferrara ed allo staff tecnico con Locandro e Cesareo. Sembrava impossibile, eppure i nostri ragazzi sono riusciti a fare un vero e proprio miracolo. Abbiamo meritato questa salvezza, perché ce la siamo sudata sul campo fino all’ultima palla, ci siamo risollevati in momenti difficili e siamo andati avanti. Questa vittoria è dei nostri strepitosi atleti, di tutti i dirigenti di questa società. Sono davvero euforico oggi e questo patrimonio non va assolutamente disperso. La Pallavolo Messina è una squadra messinese e per la città porta avanti il proprio progetto sportivo e sociale. Spero che la città lo comprenda e lo apprezzi, sostenendoci. Mantenere la B1 in riva allo Stretto è una conquista fatta contro tutto e contro tutti. Siamo sicuramente più forti, come persone, come gruppo e come società. Ed andremo avanti così. Nel mese del nostro 40esimo “compleanno” non avremmo potuto chiedere un regalo più bello. Precisamente otto mesi fa ci siamo incontrati per la prima volta in palestra per preparare questa avventura e, come ho detto il giorno della presentazione della squadra, non cambierei questo staff tecnico, questi dirigenti e questi ragazzi con nessuno».

Questa sarà una lunga notte per i ragazzi della Pallavolo Messina e non solo per il viaggio di ritorno a casa. La gioia e l’orgoglio regalati alla città ed ai tifosi giallorossi non verranno dimenticati facilmente.

PALLAVOLO MESSINA: Scimone 4, Schipilliti 6, Pugliatti 9, Fasanaro n.e., D’Andrea 14, Princiotta 6, Alaimo 1, Corrado n.e., Ruggeri (L).

Totale ricezione perfetta: 41%

Ricezione perfetta libero: 64%

Percentuale attacco: 32%

Muri: 6

Coach: Flavio Ferrara

ALMAMATER CASANDRINO: Flaminio 5, De Luca 2, Ferraro 1, Libraro 6, D’Angelo 10, Ciardello 10, Canzanella 12, Coppola (L1), Capasso (L2).

Totale ricezione perfetta: 43%

Ricezione perfetta libero: 45% (L1) 38% (L2)

Percentuale attacco: 31%

Muri: 8

Coach: Michele Romano

Arbitri: Buonviso Adamo e De Pascale Lorenzo

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti