Orlandina, Soragna è il primo tiratore da tre del campionato. Sindoni: “I sogni devono sempre rinnovarsi”

A conferma dello strepitoso campionato che sta disputando il capitano dell’Upea Orlandina Matteo Soragna arrivano le statistiche fornite direttamente dalla Lega Basket.
Dopo 12 turni di campionato, due italiani sono al comando della classifica percentuale tiri da 3 punti nella Serie A Beko: il veterano Matteo Soragna (60.0% con 18/30) e l’esordiente Marco Spanghero (52.6% con 20/38), accomunati dal fatto di giocare nelle due neopromosse Upea Orlandina e Dolomiti Energia Trento.
Per Jacob Pullen di Brindisi nuovo primato personale nella valutazione: 34 (in 30 minuti giocate), migliora di 1 il record precedente di 33 (in 37 minuti) stabilito in maglia Virtus Bologna il 21/4/2013 contro Sassari. Anche un altro giocatore brindisino, Delroy James, realizza un career high: 15 i rimbalzi totali contro l’Acea, oltre un anno dopo i 14 catturati contro Caserta in Pasta Reggia-Enel 65-69 il 24/11/2013.
Seconda doppia doppia italiana per Donell Taylor, 19 punti e 10 rimbalzi contro Pistoia; la prima era stata al suo debutto in Serie A, il 30/9/2012 in Trenkwalder-Montepaschi Siena 56-61 (10 punti e 10 rimbalzi). 100 punti e 125 di valutazione nelle ultime 5 giornate per Hrvoje Peric, col 74.5% da 2 punti (35/47).
Nel frattempo la squadra di coach Giulio Griccioli è già al lavoro dopo la sconfitta di Milano al Mediolanum Forum in prossimità dell’ultimo impegno di uno straordinario 2014, anno che ha visto il ritorno in massima serie dopo sei anni dei biancoazzurri. I paladini ospiteranno nella partitissima l’Openjob Metis Varese dell’indimenticato ex Gianmarco Pozzecco, prima idolo in campo e poi in panchina. In vista dell’incrocio con l’ex allenatore friulano non potevano mancare le parole del numero uno dell’Orlandina, il patron Enzo Sindoni che si rivolge ai propri tifosi.

Il presidnete dell'Upea Orlandina Enzo Sindoni

Il presidnete dell’Upea Orlandina Enzo Sindoni

“ Credo che solo un anno fa pensare di passare un Natale giocando al Forum di Milano davanti a 12000 spettatori sarebbe stato un sogno, questo sogno si è coronato ma i sogni devono sempre rinnovarsi. Il nostro sogno futuro è quello di difendere un posto in serie A, per farlo l’anno non può che chiudersi con una partitissima casalinga che deve rappresentare la massima unione tra squadra e tifosi. Cercheremo di vincere contro Varese perché è una gara importante per la nostra classifica, tutti la sentono e la vogliamo giocare con tutte le armi che Capo d’Orlando ha, la prima è senza dubbio la spinta dei tifosi. Per questo invito tutti al palazzetto perché poi gli Auguri per un anno altrettanto bello ce li faremo di presenza. Ringrazio di cuore tutti quelli che ci hanno sostenuto nel corso del 2014, che non c’è più, chi è vicino ed ora lontano, chi c’era e continua ad esserci, come c’era, c’è e continuerà ad esserci la nostra passione per una squadra che è anche una ragione di vita. Un saluto a tutta la comunità orlandina e buon 2015”.
Messaggio chiaro e diretto, il presidente chiama a raccolta il pubblico del PalaFantozzi che non lo deluderà.

Commenta su Facebook

commenti