Oltre a Damian e Carillo atteso un altro over. Il Messina pronto al primo test

Luigi CarilloLuigi Carillo in pole per guidare la retroguardia del Messina

Altre due ufficializzazioni per il Messina, che ha definito la metà del suo organico e prosegue al ritmo di due sedute giornaliere la preparazione estiva, con l’obiettivo di recuperare il terreno perduto tra la D conclusa con due mesi di ritardo e gli scenari societari che si sono schiariti soltanto a luglio inoltrato.

Zafferana Etnea

Messina al lavoro a Zafferana Etnea

Il sesto giorno di ritiro per i biancoscudati è stato caratterizzato in mattinata da esercitazioni di attivazione muscolare in palestra, prima di proseguire con lavoro aerobico allo stadio Comunale. Nel finale di seduta mister Sullo e il suo staff hanno provato alcune situazioni di gioco in fase difensiva e offensiva. L’allenamento pomeridiano invece è iniziato con una serie di esercizi riguardanti la circolazione della palla, proseguendo con una serie di partitelle a tema. La sessione si è conclusa con una partita a campo ridotto. Giovedì è previsto di mattina il tradizionale lavoro e nel pomeriggio un allenamento congiunto con il Viagrande, che milita in Promozione ma ha chiesto il ripescaggio in Eccellenza. Il test però si disputerà a porte chiuse anche in virtù delle stringenti normative anti-Covid.

Vincenzo Lo Monaco

Vincenzo Lo Monaco è già stato responsabile marketing dell’Acr Messina

In città l’ennesima protesta della Curva Sud, che non ha gradito la rivoluzione voluta dal presidente Pietro Sciotto. In realtà non è ancora arrivata alcuna ufficializzazione della posizione dell’ex amministratore delegato del Catania Pietro Lo Monaco, che tuttavia dovrebbe essere accompagnato in riva allo Stretto anche dal figlio Vincenzo, già dirigente del Milazzo e del “vecchio” Acr, quello che riportò l’acronimo più datato sulle divise.

Sul fronte mercato, annunciato nelle prossime ore l’arrivo a Zafferana Etnea del centrocampista 25enne Filippo Damian, in prestito dalla Ternana. Nel biennio in Umbria, coronato da una strepitosa cavalcata e dalla promozione in B, 54 gettoni complessivi, le reti contro Paganese, Catania, Cavese e Rieti e quattro assist. Già cinque i tornei professionistici in carriera, con la precedente promozione conquistata a Pordenone.

Filippo Damian

Filippo Damian ha vinto due campionati di C con Pordenone e Ternana

Ha subito un’accelerazione probabilmente decisiva la trattativa con il difensore centrale Luigi Carillo. Cresciuto nei vivai di Chievo e Catania, vanta già sei stagioni di livello in Lega Pro, con le maglie di Akragas, Paganese, Pisa, Sambenedettese e Casertana. L’anno scorso in particolare 34 presenze, sei reti (tra le sue vittime Catania, Catanzaro e Bari) e tre assist. Il napoletano, che ha compiuto 25 anni appena due giorni fa, era nella rosa del Brescia che ha vinto il campionato di serie B. Rappresenterebbe un’altra grande aggiunta in una rosa sì giovane, ma con cinque-sei over che hanno superato ampiamente il centinaio di apparizioni tra i professionisti.

Michele Somma

Michele Somma in azione con la maglia del Palermo

In vista dell’esordio ufficiale a Castellammare di Stabia in Coppa Italia è attesa la definizione di un terzo innesto tra gli over, già prima di Ferragosto. Potrebbe trattarsi di un nome fin qui mai accostato ai giallorossi. Tra quelli già filtrate a centrocampo restano vive le candidature di Giuseppe Rizzo e Lorenzo Simonetti. Trova conferma il contatto anticipato dal “Giornale di Sicilia” tra l’Acr e il 26enne difensore centrale Michele Somma, originario di Salerno, in uscita dal Palermo. L’anno scorso con i rosanero 21 gettoni e un gol al Monopoli. Cresciuto nel vivaio della Roma, con cui ha vinto una Supercoppa Primavera, ha disputato tre tornei di serie B con il Brescia con 60 presenze complessive. Poi due stagioni in Spagna con il Deportivo La Coruna. Soltanto nella seconda metà di agosto dovrebbero essere definite le trattative già abbozzate in attacco, con i nomi più gettonati che restano quelli di Davide Luppi e Simone Ganz. Ma nel mercato mai dire mai.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma