Olimparty, cala il sipario sull’ottava edizione con premiazioni e dj contest

Schiuma PartyLo Schiuma Party, uno degli atti finali dell'Olimparty

Il dj contest e il cielo stellato di Mortelle hanno consegnato l’arrivederci all’evento dell’estate. Al lido “Brigata Aosta” è calato il sipario sull’ottava edizione dell’Olimparty Messina e lo sguardo è già rivolto al futuro.

“Quasi mille atleti si sono dati battaglia sui vari campi ed è sempre una gran soddisfazione vedere la gente felice – ha commentato Alfredo Finanze, presidente della Mediterranea Eventi -. Abbiamo aumentato i numeri della scorsa edizione. La sfida più grossa, e in tal senso ringrazio l’Esercito per averci dato un importante supporto, è stata riconsegnare alla città un luogo abbandonato. Senza di loro nulla sarebbe stato possibile”.

beach volley

Il beach volley tra le discipline più partecipate all’Olimparty

Per Finanze lo sport è un momento di aggregazione, il veicolo per abbattere ogni barriera: “A settembre siamo pronti a ripetere il Parolimparty per bissare il buon esperimento dell’anno scorso. Ci vediamo a Milazzo, 6-7-8 settembre al lido Open Sea Aism, dove, posso anticiparvi, avremo ospite Roberto Lipari”.

Sui campi è stato il giorno delle grandi finali e a seguire delle premiazioni. L’handball maschile ha incoronato i ragazzi del “Messina A”, bravi ad imporsi sulla Nazionale maltese, in Sicilia per preparare i prossimi Giochi del Mediterraneo. Nel footvolley ha vinto l’“Atletico Furci”, 2-1 sugli spiritosi “Cucini medda”.

“Mama boys” e “Arresto e tiro” hanno centrato il successo nel basket, rispettivamente maschile e femminile. Lo spettacolo è proseguito in mare, con il torneo di pallanuoto. Qui, a salire sul gradino più alto del podio sono stati gli “Etna Brazzers”. Sottorete, nel beach volley 2×2 femminile, la vittoria è andata alla coppia Calì-Lo Re, che in due set ha battuto Chiavaro-Baccini (21-10/21-13). Stesso punteggio (2-0) nel beach tennis next generation, con la coppia Stagno-Mancuso che ha superato Carai-Frattini. Anche il Calisthenics ha celebrato il proprio re, si tratta di Gabriele Motta.

Manuel Bit

La premiazione di Manuel Surace, in arte “Bit”

Colonna sonora pomeridiana la sfida del vinil contest, accoppiata per l’occasione allo “Schiuma Party”, festa saponata a bordo palco. Il dj Daniele Sorrenti, decretato vincitore, è stato inserito nella giuria del dj contest serale con Helen Brown, Paolo Ursino, Stefano Falcone e Sara Pollino. Una squadra di professionisti affermati, che ha consegnato la coppa all’appena undicenne Manuel Surace, in arte “Bit”. A chiudere il quadro il premio “Opinione” a Ferdinando Faraci, l’ultimo dell’Olimparty 2019.

The following two tabs change content below.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva