Per Nucita-Vozzo su Skoda punti difficili al 64° Rallye Sanremo

Scuderia PhoenixAndrea Nucita, Marco Vozzo (Skoda Fabia R5 #9, Phoenix);

Il successo nell’ultima prova conferma il carattere dell’equipaggio Phoenix sulla Fabia R5 della DP Autosport con gomme Michelin, che più forte di difficoltà e penalità, ha chiuso a ridosso del podio di tappa. 

Andrea Nucita e Marco Vozzo su Skoda Fabia R5 curata dalla DP Autosport ed equipaggiata con pneumatici Michelin hanno completato la 2^ Tappa del 64° Rallye Sanremo a ridosso del podio di tappa, vincendo l’ultima e lunga prova speciale in programma da oltre 27 Km, rallentati da una foratura e da una penalità.

Il ventisettenne talento siciliano, affiancato dal professionale navigatore comasco, è stato autore di una prestazione di sostanza nel 64° Rallye Sanremo e nonostante alcune avversità, ha portato a termine con esperienza e personalità una gara complessa e ricca di insidie. La 1^ tappa ha visto infatti Andrea Nucita costretto al ritiro anticipato nella seconda speciale per una innocua uscita di strada, impossibile però da recuperare con mezzi propri, che ha compromesso la prestazione di livello messa in mostra nella prima prova. L’equipaggio del Team Phoenix è quindi ripartito con decisione nella seconda tappa del Rallye e facendo affidamento sulla sull’ottima auto e sulla qualità delle coperture Michelin, ha riportato nel finale la Skoda Fabia R5 curata dalla DP Autosport tra le migliori vetture del Campionato Italiano Rally, chiudendo a ridosso del podio la classifica di tappa. La coppia Nucita-Vozzo ha affrontato quindi una serie conclusiva di cinque prove speciali, mettendosi sempre in netta evidenza, nonostante la serie di sfortunati imprevisti come la foratura dell’anteriore destra sulla PS 8, offrendo poi l’acuto finale con uno straordinario successo nella prova conclusiva di “Ginestro-Colle d’Oggia”.

Questo il commento di Andrea Nucita: -“Purtroppo sto vivendo una delle fasi più difficile della mia carriera, a causa di una serie di sfortunate sequenze che ci stanno colpendo a ripetizione dall’inizio della stagione. Qui a Sanremo, dopo una buona prova nella prima speciale, siamo usciti di strada con la vettura che è scivolata in profondità, in una parte di percorso dove non erano presenti spettatori che ci potessero aiutare. Quindi, non siamo riusciti a rientrare in gara velocemente. Nella seconda giornata di prove abbiamo subito prima una penalità, seguita da una foratura all’anteriore destra dopo aver colpito una pietra lungo la sede stradale.”

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti