Novelli: “Pareggio giusto. La parata di D’Agostino da categoria superiore”

Aliperta e UlianoIl saluto tra i capitani Aliperta e Uliano

L’1-1 contro la Gelbison accolto positivamente dalla capolista. L’Acr Messina ha raddrizzato la partita con Addessi, sfiorando addirittura il colpaccio con Bollino, prima di rischiare grosso sulla traversa di Uliano. Questa l’analisi in sala stampa dell’allenatore giallorosso Raffaele Novelli: “La parata del portiere è di categoria superiore, gli va dato merito, ha preso la palla all’incrocio dei pali” ha detto riferendosi all’intervento di D’Agostino su Bollino nel finale.

“E’ stata una partita equilibrata – ha aggiunto – la Gelbison per me non è una sorpresa, lo avevo visto all’andata quando facemmo 2-2, è ben allenata e ha dei giocatori che hanno militato in Lega Pro, non è una squadra di ragazzini o alle prime armi. Ha dimostrato attraverso equilibrio e qualità di gioco di meritare il posto che occupa. Noi abbiamo fatto una buona partita, non siamo stati continui in alcune cose, ma per me sono palle gol anche le ripartenze sbagliate quattro contro due e alcune uscite del portiere, come quella su Vacca, poi ognuno è libero di vederla come vuole. Le due squadre ci hanno provato, è stato un pareggio giusto”. 

Bove, Del Regno e D'Eboli

Bove, Del Regno e D’Eboli in panchina

Incalzato dai giornalisti locali, Novelli ha ribattuto: “Abbiamo avuto fortuna? Esistono partite nelle quali noi abbiamo costruito sei o sette palle gol, colpendo pali e traverse e invece le abbiamo pareggiate. Se c’era il fuorigioco nell’azione della rete di Addessi? Non posso giudicare, ero lontano, mi hanno detto che era in linea. Cinque minuti prima Mautone ha rimesso la palla indietro e si è alzata la bandierina, quando non era un nostro giocatore. Quando si analizzano queste cose non si danno i giusti meriti alle squadre, perché gli episodi ci sono stati da ambo le parti. Non mi piace parlare di arbitraggi, nella gara d’andata, però, abbiamo perso Foggia per doppia ammonizione e l’arbitro si è poi scusato non ricordandosi che era già stato ammonito e avendo dato il secondo giallo che era praticamente di spalle”. 

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva