Il Sant’Agata pareggia pure a Rotonda. Giampà: “Soddisfatto, testa a giovedì”

Domenico GiampàIl tecnico del Sant'Agata Domenico Giampà

Sesto risultato utile consecutivo per il Sant’Agata. La squadra di Giampà ha ottenuto un ottimo punto in casa del Rotonda, compagine tra le più in forma del momento, come dimostra l’attuale piazzamento playoff. Un buon pareggio per i biancoazzurri, anche se con un po’ di cattiveria e lucidità in più sotto porta i punti potevano essere tre. Probabilmente lo 0-0 finale rispecchia l’andamento del match, ma le migliori palle gol sono state costruite dagli ospiti.

Sant'Agata

Il Sant’Agata nell’antistadio del “Fresina”

Al 6′ ci prova Tripicchio su punizione. La sua conclusione risulta centrale e Calandra blocca. La replica locale arriva al 19′ quando Diop impegna dal limite Ferrara che risponde presente. Al 23′ nitida palla gol per il Sant’Agata. Cicirello, schierato da esterno, pennella per Alagna, che da posizione ottimale alza troppo la mira. L’ultima emozione la prima frazione la regala al minuto 38, quando Bottalico dal limite impegna Ferrara, che si salva in due tempi.

Ad inizio ripresa occasionissima per il Rotonda con Fricano, Ferrara anche in questa circostanza è attento e devia in angolo. Al 57′ sul versante opposto il pallone buono capita a Perkovic che ben appostato dentro l’area di rigore alza troppo la mira. Al 73′ altra nitida palla gol questa volta con Dama che sceglie bene il tempo dell’inserimento ma da buona posizione mette sul fondo. Nei restanti minuti accade poco, il Sant’Agata controlla bene il forcing del Rotonda.
Cicirello

Capitan Cicirello il migliore marcatore di squadra

Soddisfatto il tecnico Domenico Giampà: “Abbiamo ottenuto un punto importante in casa di una squadra che sta facendo benissimo e lo dimostrano i risultati. Un punto che è arrivato a seguito di una buona prestazione. I ragazzi sono stati bravissimi a interpretare la partita e restare concentrati per 94 minuti. Non era facile venire qui a Rotonda e disputare una buona gara come abbiamo fatto noi, anche perché l’attenzione doveva essere sempre massimale. Oltre al valore dell’avversario, dovevamo fare i conti con un terreno di gioco più stretto del nostro e al minimo errore rischiavamo di essere puniti. L’atteggiamento è sempre stato propositivo, anche chi è entrato a partita in corso ha fatto parecchio bene. Adesso dobbiamo archiviare subito questa partita e recuperare le forze per preparare al meglio lo scontro diretto di giovedì con il Castrovillari“.

The following two tabs change content below.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva