Novelli: “Gruppo con grande senso di appartenenza. Cunzi subito integrato”

Raffaele NovelliLa rabbia del tecnico dell'Acr Messina Raffaele Novelli (foto Michele Martinisi)

Il tecnico dell’Acr Messina Raffaele Novelli può celebrare il dodicesimo risultato utile consecutivo, che consente di mantenere saldamente la vetta: “Sapevamo che era una partita difficilissima. Sia con Franceschini che con Terranova gioca bene a calcio, è organizzata, ha buone individualità e un bel collettivo. Se ti abbassi o ti allunghi ti mette in difficoltà. Ci sono stati demeriti nostri a volte ma anche la loro bravura. Ci serve questa continuità”. 

Cristiani

Cristiani ha lasciato il campo per un affaticamento (foto Michele Martinisi)

Dopo avere realizzato tre reti la squadra è arretrata un po’ troppo nel finale, anche se Caruso ha retto bene le offensive del Castrovillari: “Avevamo un giocatore come Cunzi che si è aggregato all’ultimo e ha interpretato la sua parte. Un giocatore esperto, importante, che ha letto bene alcune situazioni, mostrando anche di esserci a livello fisico. Siamo calati un poco noi ma c’è stata anche la qualità dell’avversario, che ci ha spinto ad arretrare. Sul gol ha pesato una situazione collettiva, su una palla alta, non è stata una disattenzione della difesa. Dobbiamo lavorare e discuterne per evitarla: queste palle ti possono capitare anche sullo 0-0 e dovremo essere bravi ad evitarle”.

Da monitorare le condizioni di Addessi, che si è bloccato nel pre-partita, e Cristiani, che si aggiunge agli acciaccati Giofrè, Cascione e Arcidiacono: “Bisogna capire l’entità dell’infortunio di Simone. Non è detto che la sua stagione sia finita. Attendiamo i controlli medici per comprenderne la gravità. Alessio ha subito un semplice affaticamento, fa parte del calcio. Bisogna sempre avere la forza di alzarsi e continuare. Si sono guardati negli occhi dopo il riscaldamento e hanno fatto qualcosa in più per il compagno. C’è un gruppo di ragazzi che lo stima, ha senso di appartenenza e sensibilità profonda sotto l’aspetto umano”. 

The following two tabs change content below.
Francesco Straface

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva