Noma ed Effe Volley di fronte nel derby messinese della serie B

L’Effe Volley si appresta a disputare la penultima gara del campionato di serie B2 Femminile girone I, categoria nella quale tornava dopo un’assenza di 24 anni e nella quale giocherà anche la prossima stagione. Avversario di turno, sabato 3 alle ore 18:00, la Noma Santo Stefano, l’altra formazione messinese del girone.

In classifica le effine occupano il sesto posto con 20 punti in 28 gare, 10 partite vinte e 10 pareggiate, 37 set a favore e 38 con esito negativo. Il team di Santo Stefano Camastra, terzultima in classifica, posizione sufficiente per evitare la retrocessione in C, conta 22 punti in graduatoria con otto vittorie e 10 sconfitte, 29 set vinti e 44 persi. In settimana il coach santateresino Andrea Caristi ha provato parecchie varianti allo spartito abitudinario. Si annunciano per la trasferta tirrenica rotazioni nel sestetto base. Provate in ruoli inediti l’esperto libero Simonia Casale ed il capitano Alessandra Maccarrone. Novità potrebbero esserci anche al centro dello schieramento del team jonico.

Matilde Mercieca, centrale della Effe Volley

Matilde Mercieca, centrale della Effe Volley

Nella conferenza stampa pre-gara la centrale Matilde Mercieca analizza il prossimo impegno della sua squadra: “Ci aspetta una squadra da non sottovalutare, cercheremo di portare a casa questi tre punti tentando di far vedere una buona pallavolo ed uno spirito di squadra come fatto nell’ultima gara contro la capolista Siracusa”.  Siamo a fine stagione e “fulmine”, come la definiscono gli ultras – solitamente schiva ai microfoni – si lascia a qualche a qualche confidenza parlando del suo rapporto col muro:  “Quando fai un muro provi una soddisfazione maggiore rispetto anche a quando fai un attacco perché ti ergi a massimo difensore di tutta la tua squadra, mettere a terra la palla dopo un muro è un’emozione unica che cambierei con poche, anzi pochissime altre cose al mondo”.

Anche l’allenatore Andrea Caristi anticipa qualche novità in vista del derby: “Onoreremo il campionato sino alla fine anche se la classifica non ha nulla da chiederci e da darci. Lo dobbiamo ai nostri tifosi che ci seguiranno anche in questa occasione. Gli stimoli li cerchiamo durante la settimana sia che si giochi contro la prima che contro l’ultima in classifica. Non è  il caso della Noma, una squadra solida con una grossa esperienza della categoria. Credo che apporterò qualche cambiamento senza stravolgere il nostro impianto di gioco”.

Commenta su Facebook

commenti