Nicolas Izzillo è del Messina: conosciamo meglio il talento classe ’94

Anche Nicolas Izzillo è ufficialmente un giocatore del Messina. Dopo i colpi Bjelanovic e Benvenga l’A.C.R. ha perfezionato l’arrivo del talentuoso attaccante classe 1994. Nato a La Maddalena in Sardegna, ha giocato nell’ultima stagione tra le file del Bellaria Igea Marina in Seconda Divisione, collezionando 27 presenze e 3 reti, messe a segno contro Mantova, Castiglione e Bra. In precedenza la grande gioia del debutto in B: il 30 ottobre 2012 prese parte a Pro Vercelli-Spezia, terminata sull’1-0 per i piemontesi. Con i liguri, che lo prelevarono dopo il fallimento dalla Spal, a livello Primavera ha invece raggiunto i quarti di finale della Viareggio Cup nel 2013, quando lo Spezia, dopo aver piegato ai rigori l’Inter negli ottavi, venne estromesso dalla competizione per mano del Milan.

Izzillo in azione nel corso di Milan-Spezia Primavera

Izzillo in azione nel corso di Milan-Spezia Primavera

“Il Milan era più forte e vinse 3-0, ma noi pagammo anche la stanchezza relativa alla gara disputata contro l’Inter. Segnai anche uno dei rigori, eliminando proprio la mia squadra del cuore” disse Izzillo all’epoca in un’intervista a La Maddalena tv del 23 aprile 2013. Nicolas è molto legato alla sua famiglia, composta da mamma, papà e da una sorella minore. “Il mio sogno è stato sin da bambino quello di fare il calciatore e sono stato sempre disposto a compiere sacrifici importanti. Fin da piccolo, inoltre, sono stato tifoso interista e Recoba era tra i miei idoli”  confessa poi sfoggiando una foto con l’ex nerazzurro. Tra i suoi cimeli, inoltre, l’autografo di Alessandro Calori, ex difensore del Perugia, oggi allenatore, che Iozzillo ricorda come “colui il quale fece perdere lo scudetto alla Juventus”. A precedere l’esperienza in Seconda Divisione tra le file del Bellaria Igea, tre altri club: “Conservo le maglie dell’Ilva Maddalena, cui è legato il mio esordio contro la Torres, in una gara vinta per 4-3 davanti ad una bella cornice di pubblico, della Spal che in tre anni mi ha consentito di crescere tanto e ovviamente dello Spezia, con cui ho debuttato in B. E’ stata l’emozione più grande a livello calcistico”. Sulle sue caratteristiche afferma: “Preferisco giocare da trequartista, dietro gli attaccanti, per servire loro degli assist. Calcio prettamente di destro, ma so usare anche il sinistro e sono abile nel dribbling. Nel mio ruolo ho sempre ammirato Kakà, ma al momento Messi è secondo me il giocatore più forte del mondo”.

LA CARRIERA DI NICOLAS IZZILLO

STAGIONE SQUADRA SERIE PRESENZE GOAL
2012-2013 SPEZIA CALCIO B 1
2013-2014 A.C. BELLARIA IGEA MARINA C2 27 3

 

Commenta su Facebook

commenti