Milinkovic: “Ora non si può più scherzare. Va dato il 200% già in settimana”

Mikulic e AdoranteMikulic celebra una rete con Adorante (foto Paolo Furrer)

A differenza di quanto è avvenuto a Picerno, dove il suo ingresso in campo aveva messo in seria difficoltà i lucani, David Milinkovic non è riuscito a incidere nel secondo tempo della sfida con il Monterosi: “La mia prestazione? Non sono stato il migliore in campo e non sono al massimo della condizione. Ma mi sento molto meglio e mi sento pronto. Poi non tocca a me decidere chi gioca. So cosa venuto a fare a Messina, voglio trasmettere soddisfazione a questa piazza e ai tifosi. Lavorerò per essere sempre a disposizione e piano piano crescerò. Cercherò di dare il massimo per la società, la città, la tifoseria, il mister e i compagni”.

Milinkovic

Milinkovic ha fatto il suo esordio a Potenza

Il momento è nerissimo ed è fotografato dalle quattro sconfitte consecutive oltre che dall’insufficiente prova offerta contro i laziali: “È difficile spiegare come si fa a perdere così. Come se ne esce? Soltanto con il lavoro in allenamento, sono il primo che sarà sempre addosso ai compagni. Ora non dobbiamo più parlare o scherzare in allenamento. Deve parlare soltanto il mister adesso. Dobbiamo dare il 200% già in settimana. Siamo in una grande piazza, questi risultati non vanno bene per noi e per i tifosi. Dobbiamo giocare a testa alta, servono punti e vittorie, adesso non c’è altra strada”. 

L’attaccante franco-serbo però ritiene che non sia tutto da buttare: “Purtroppo non va nulla a nostro favore. La squadra ha fatto bene, loro sull’unica vera occasione hanno segnato sia nel primo che nel secondo tempo. Impegno e cattiveria non sono mancate. Ma nel calcio gli episodi sono decisivi. Cerchiamo di risolvere tanti aspetti in allenamento ma poi come a Foggia il primo errore lo paghiamo tantissimo. Ad ogni modo ho giocato tante partite e so che ci possono essere momenti così difficili. Ma la ruota può girare e poi sarà meglio per tutti”.

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma